Quantcast

Filottrano: 30enne napoletano arrestato in esecuzione dell’Ordine di Carcerazione

3' di lettura 05/01/2013 - Furto al supermercato ‘Carrefour’ di Camerano per un valore di 440 euro ed esecuzione dell’Ordine di Carcerazione per reati di minacce aggravate e lesioni personali in concorso. I carabinieri della compagnia di Osimo, coordinati dal capitano Raffaele Conforti, arrestano due giovani.

Nel primo caso si tratta di Alexandru Mihai Raduc (foto), 18enne pregiudicato, nato a Maresesti (Romania) e residente in Ancona, che, insieme a due complici minorenni (16 e 17 anni), è stato sorpreso all’uscita del supermercato ‘Carrefour’ con la merce appena rubata all’interno del negozio consistente in 2 paia di scarpe e 4 videogiochi per consolle ‘Xbox 360’ ai quali avevano rimosso le placche e le custodie antitaccheggio. Per i tre, che alla vista dei militari hanno tentato invano la fuga, l’accusa è di furto aggravato in concorso. Per Raduc la Procura ha pertanto disposto gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo innanzi al Tribunale di Ancona mentre per i minorenni l’accompagnamento nelle rispettive abitazioni per l’affidamento e custodia ai genitori.

Nel secondo invece, avvenuto a Filottrano, i militari hanno arrestato il 30enne napoletano Nicola Pellegrino (foto), residente in città, in esecuzione dell’Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro. Il giovane infatti deve espiare la pena definitiva di 6 mesi di reclusione per i reati di “Minacce aggravate e lesioni personali in concorso, nonché porto abusivo di oggetti atti ad offendere” risalenti al luglio 2006 quando si rese protagonista di una rissa in un bar di Marotta di Mondolfo (PU). Ora si trova nel carcere anconetano di Montacuto.

Nel corso dell’operazione, in cui sono stati impegnati 25 uomini e 10 mezzi, i militari hanno arrestato anche la pregiudicata P.G., 45enne di Foggia, che dovrà espiare la pena residua definitiva di 3 mesi di reclusione per il reato di “Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti continuata”. La donna, arrestata in esecuzione dell’Ordine di Carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Bari, si trova ora nel carcere Villa Fastiggi di Pesaro; e denunciato quattro persone.

A Sirolo hanno identificato e denunciato per porto illegale di armi ed oggetti atti ad offendere il 39enne francese ma residente in Ancona P.R., trovato in possesso di due coltelli a serramanico lunghi 16 centimetri; a Osimo hanno denunciato S.E. di 28 anni e P.L. di 26 anni, entrambi albanesi incensurati ed in regola con il permesso di soggiorno perché trovati in possesso di 110 chili di cavi elettrici in rame asportati dall’area di deposito della ditta “C.R.N. – Cantieri Riuniti Navali s.p.a.” di Ancona, del valore di mille euro; e ad Offagna hanno denunciato per il reato di ‘Attività di gestione di rifiuti non autorizzata’ un 42enne di Catania, domiciliato a Senigallia. P.V., nullafacente, è stato trovato in possesso di rifiuti speciali pericolosi e nocivi, nonché bombole di gas, raccolti abusivamente e senza alcuna prescritta autorizzazione.






Questo è un articolo pubblicato il 05-01-2013 alle 15:55 sul giornale del 07 gennaio 2013 - 3342 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, osimo, ancona, filottrano, sirolo, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HUO





logoEV
logoEV