Quantcast

Calcio: Fenucci, “ex sindaco e amministrazione gli unici responsabili della chiusura della tribuna dello stadio. Una vergogna!”

Gianluca Fenucci 2' di lettura 11/01/2013 - La Biagio vola, occupando saldamente il secondo posto nell’Eccellenza, massimo campionato calcistico regionale, alle spalle della “milionaria” capolista Matelica, eppure rischia di dover giocare le prossime partite interne a porte chiuse e senza il suo pubblico.

“La situazione è gravissima – dice Gianluca Fenucci, allenatore della squadra ed ex consigliere comunale – perché le responsabilità di questa situazione sono tutte degli ex amministratori comunali e dell’ufficio tecnico comunale. Lo sport è un veicolo importante anche a livello sociale ma l’ex sindaco Montali non ha mostrato alcuna attenzione verso la Biagio, la maggiore espressione sportiva cittadina. E’ chiaro che il commissario straordinario non può assumersi responsabilità non sue anche se gli chiediamo di essere sensibile alla causa della Biagio: in altre città le strutture sono messe anche peggio. So che il presidente della Biagio Nazzaro, Lorenzo Parasecoli e la società da diversi anni chiedono di intervenire definitivamente avanzando proposte, che non sarebbero costate nulla alla comunità, che vanno dalla copertura con pannelli solari della tribuna all’abbattimento di una recensione che è obsoleta, come è accaduto ad esempio ad Agnone, una cittadina molisana la cui squadra milita in serie D e che è stata elogiata sia dai politici che dalla Federazione Italiana Gioco Calcio per il suo avveniristico intervento di abbattimento della recensione. La Biagio Nazzaro ha idee innovative ma il sindaco Montali ha preferito provvedimenti-tampone: deroghe su deroghe in barba alla sicurezza. Mi amareggia anche l’atteggiamento dell’ufficio tecnico comunale che si è adeguato nel rinviare di anno in anno il problema mentre in altre circostanze, come nella gestione del calore, si è mostrato fin troppo celere e soprattutto credo che la squadra, gli sportivi ed i tifosi meritino ben altro. Giochiamo bene e vinciamo molto ma sembra che diamo fastidio e che all’interno del Palazzo comunale per la Biagio ci sia l’indifferenza più assoluta: ho allenato a Jesi, a Civitanova, a Tolentino, tanto per fare degli esempi, e se ci fosse stata questa situazione gli sportivi sarebbero insorti".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2013 alle 13:42 sul giornale del 12 gennaio 2013 - 2096 letture

In questo articolo si parla di sport, gianluca fenucci, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/H7m





logoEV
logoEV