Quantcast

Mercati: illustrate alle associazioni di categoria le linee guida della riorganizzazione proposta dal Comune

Marco Giampaoletti 3' di lettura 18/01/2013 - Promosso dal consigliere delegato ai mercati Marco Giampaoletti, si è tenuto ieri pomeriggio, presso la residenza municipale, un incontro tra i tecnici del Comune e le organizzazioni di categoria del commercio e dell'artigianato per illustrare le linee guida dell'Amministrazione comunale in ordine alla riorganizzazione del mercato ambulante del mercoledì e del sabato e del mercato delle erbe di via Mercantini.

Giampaoletti ha spiegato ai presenti che innanzitutto il Comune ha necessità di liberare piazza della Repubblica, sia per creare eventi nel corso dell'anno, sia perché, come punto centrale e salotto della città, deve presentarsi comunque libera e con elementi di arredo tali che ne rendano fruibile e ancor più apprezzabile lo scenario architettonico. Ha altresì motivato la scelta di liberare il parcheggio di via Nazario Sauro dagli ambulanti attualmente presenti, con lo spostamento dei 10 banchi temporaneamente a Porta Valle (o in alternativa all'interno del centro storico, ma con spazi espositivi minori, qualora gli uffici dovessero individuarne la possibilità). Quest'ultimo spostamento, in attesa di una riorganizzazione complessiva rispetto alla quale sono state illustrate le seguenti linee.

Mercato ambulante del mercoledì e del sabato

Il mercato deve tener conto sia del centro che della periferia e dunque il mercoledì si terrà a Porta Valle, occupando l'intero spazio sotto le mura a sinistra di Porta Valle stessa, nella parte finale di via Imbriani e nell'anello della ex pista di pattinaggio che sarà dunque tutto pedonale. Qui saranno dislocati tutti i 70 ambulanti, utilizzando spazi con dimensioni secondo le autorizzazioni ricevute. I parcheggi saranno disponibili sia nell'attuale area di sosta presente di fronte a Porta Valle, sia a ridosso delle mura davanti all'ex Sima. La viabilità dei bus sarà modificata con ingresso da via Imbriani ed uscita in via Setificio.

Il sabato il mercato si terrà invece nel centro storico, ma solo nell'area compresa tra piazza Indipendenza - piazza Spontini fino a piazza Federico II: in questo caso le dimensioni per tutti gli spazi saranno ridotti - pari a 7 metri per 3,5 - con la presenza di tutti gli attuali 70 ambulanti e dunque anche quelli attualmente ubicati in piazza della Repubblica e via N.Sauro. Non sarà data nelle piazze la possibilità di sosta dei furgoni, aspetto sul quale per altro la stessa Soprintendenza aveva espresso obiezioni. Per i furgoni saranno pertanto individuati appositi parcheggi subito fuori le mura.

Mercato delle erbe

L'Amministrazione intende creare nella parte superiore del mercato delle erbe, anche in prospettiva di una riqualificazione, un vero polo agroalimentare suddiviso in tre aree: oltre quella commerciale e quella dell'ittico che sono già presenti, anche quella dell'agricoltura attualmente ubicata nel piano inferiore, utilizzando così tutti gli spazi disponibili. Il piano inferiore sarà invece liberato ed utilizzato per altre attività ed eventi.

Modalità attuative

Illustrate queste linee guida alle associazioni di categoria, l'Amministrazione comunale attenderà le eventuali osservazioni per poi condividere insieme il successivo percorso che possa trovare - attraverso planimetrie con individuazione degli spazi dei banchi al fine di una migliore esposizione - il maggior consenso possibile. Obiettivo dell'Amministrazione comunale è quello di completare il percorso entro la prossima estate.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2013 alle 12:39 sul giornale del 19 gennaio 2013 - 1048 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, Marco Giampaoletti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Im5