Quantcast

Mense scolastiche: Traversi, “sono convinta di recuperare il dialogo con i genitori per ottenere il miglior risultato per i bambini”

Barbara Traversi 3' di lettura 29/01/2013 - Torna sul tema delle mense Barbara Traversi dopo che lunedì il consiglio comunale ha votato a favore dell’atto di indirizzo che apre all’esternalizzazione del servizio di refezione scolastica.

“Sono molto contenta di come è andata lunedì, non solo per il risultato ma soprattutto per come è stato raggiunto, grazie ad un grosso lavoro del personale dipendente e dei dirigenti del comune che ho ringraziato davvero sinceramente. La maggioranza nell’esprimere il suo consenso si è mostrata veramente compatta. Sono stati evidenti la misura e la maturità con cui si è gestita perché non c’è stato nessun ordine di scuderia come qualcuno voleva far intendere. Il risultato più importante che si è conseguito è che sono sicura che ora potremo garantire la mensa scolastica a tutti coloro che la chiederanno senza obbligare nessuno a rinunciare per motivi economici e questa era una priorità in questo momento di crisi”.

In consiglio comunale i genitori presenti hanno espresso la loro contrarietà alla decisione della maggioranza ma questo non sembra impensierire troppo l’Assessore sul prosieguo del cammino ritrovando la collaborazione: “credo che il comitato dei genitori non abbia colto pienamente il il grande successo che hanno ottenuto. Se fossi stata chiusa alle loro proposte avrei inserito nell’atto fin da subito la volontà della chiusura delle mense. Avremmo avuto ugualmente la maggioranza ed il discorso sarebbe stato chiuso. Invece credo davvero nella collaborazione e procederemo nel verificare insieme se si può continuare utilizzando le mense interne disponibili. Ciò potrà essere inserito nel bando che andremo a preparare, vedremo come andrà ad incidere su questo in termini di ulteriore miglioramento. Sono sicura di poter contare ancora sulla collaborazione dei consiglieri che si sono opposti e dei genitori per arrivare al miglior risultato possibile”.

Tra i consiglieri che hanno votato contro l’atto di indirizzo non ci sono stati solo quelli dell’opposizione, ma si è consumata una frattura con Cesare Santinelli che per questo ha rassegnato le dimissioni da capogruppo di Jesiamo, lasciando il posto a Paola Lenti. “Cesare ha scelto votare contro per una questione di coerenza, ma direi soprattutto di lealtà, nei confronti di alcuni dei suoi elettori. A lui posso solo ripetere che votare a favore o, al limite, astenersi non sarebbe stato incoerente perché la delibera non va contro le posizioni che aveva sempre sostenuto, che non erano di non affidare a privati il servizio, ma di mantenerlo all’interno delle scuole. La sua scelta di votare contro sempre per coerenza ha portato alle sue dimissioni da capogruppo. Una scelta difficile e dolorosa per lui, ma non credo ci saranno ripercussioni perché ho apprezzato la sua decisione di mantenere la fiducia nei confronti di Jesiamo. Il ruolo di capogruppo credo potrà essere svolto senza problemi da Paola Lenti a cui è già stato assegnato”.






Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2013 alle 22:42 sul giornale del 30 gennaio 2013 - 1817 letture

In questo articolo si parla di attualità, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/IOh





logoEV
logoEV