Quantcast

Il punto di Torcoletti: Bacci, il sindaco d'acciaio

Marco Torcoletti 1' di lettura 01/02/2013 - Corsivo. Commento breve ma incisivo e polemico. Difficile trovare un argomento adatto a riassumere i principali avvenimenti della nostra attualità. Questa la missione del Punto, anche perché la cronaca non manca di essere trattata e sviscerata, su Viverejesi così come sulle altre testate.

Evitiamo allora di ripetere e ripeterci, per dare spazio a qualche considerazione più leggera, a margine di quanto avvenuto negli ultimi giorni. Il caso mense ha suscitato tante reazioni, ma ha anche evidenziato la determinazione del leader dell’attuale maggioranza. Lontano anni luce dallo stile del placido e gentile Belcecchi o del simpatico e cordiale Polita, il sindaco Bacci è altra pasta d’uomo, più spigoloso e diretto. Come già avvenuto con il caso Bassotti, con il duello per il liceo sportivo e l’ospedale, il primo cittadino ha mostrato di saper essere fin troppo deciso e capace di tenere il punto contro tutto e tutti. Nella questione mense e nelle precedenti, le sue idee si sono espresse con le argomentazioni e il fare del leader, non del politico di razza. Lo stesso dicasi per il linguaggio e i toni. Se un simile approccio può talvolta servire a far valere le proprie ragioni, esso cozza alquanto con il linguaggio istituzionale. Che vorrebbe maggiore cautela e diplomazia nel relazionarsi con gli altri. Di sicuro, certi attributi rivelano libertà d’azione, nell’assenza – per ora – di qualsiasi legame con la politica e i suoi ingranaggi: locali, regionali, nazionali e… ideologici. Che le scelte fatte siano le migliori, prima o poi lo vedremo.






Questo è un editoriale pubblicato il 01-02-2013 alle 14:27 sul giornale del 02 febbraio 2013 - 1688 letture

In questo articolo si parla di attualità, marco torcoletti, editoriale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/IT6





logoEV
logoEV