Quantcast

Elettrodotto Fano-Teramo: lo stop arriva con una risoluzione unitaria dell'assemblea legislativa

elettrodotto fano-teramo 1' di lettura 05/02/2013 - L'assemblea legislativa delle Marche con una Risoluzione unitaria preparata e sottoscritta unitariamente da tutti i consiglieri ha impegnato la giunta regionale a:

- a sospendere la procedura avviata per realizzare il nuovo elettrodotto ad alta tensione ed ad individuare un nuovo e condiviso tracciato che sia frutto di concertazione con tutto il territorio;
- a riprendere subito un confronto con Terna allo scopo di verificare ed aggiornare i dati del fabbisogno energetico regionale, oramai datati, e verificare nuove soluzioni tecniche considerato che quelle proposte rischiano di essere obsolete;
- a concertare le misure compensative in modo trasparente con i cittadini oltre che con i sindaci.

La mozione, sottoscritta dai consiglieri regionali maceratesi Comi, Giannini, Sciapichetti ha raccolto il voto unanime dell'assemblea legislativa. Soddisfatto il consigliere Francesco Comi, estensore della mozione: “Non siamo contrari alla realizzazione di infrastrutture che possano creare sviluppo, ricchezza e colmare l'annoso deficit energetico marchigiano. Non può essere però solo l'entroterra a pagare il prezzo dello sviluppo dell'intera regione. Occorre salvaguardare il patrimonio paesaggistico, storico della collina marchigiana tutelandolo da infrastrutture troppo invasive. Occorre riprendere subito un dialogo con TERNA per trovare un nuovo corridoio oppure soluzioni tecniche diverse”.


da Gruppo Consiliare del Partito Democratico





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2013 alle 15:10 sul giornale del 06 febbraio 2013 - 2252 letture

In questo articolo si parla di politica, Gruppo Consiliare del Partito democratico, assemblea legislativa, elettrodotto fano-teramo, elettrodotto fano teramo





logoEV
logoEV