Quantcast

Cingolani (Jesiamo): “tante chiacchiere, ma alla fine i consiglieri regionali si tengono tutti i soldi”

paolo cingolani 1' di lettura 08/02/2013 - Come volevasi dimostrare! Sulla stampa di ieri si legge che i   Consiglieri Regionali delle Marche si sono mantenuti gli stipendi che avevano. Tutti tranne uno, il consigliere Binci di Sel,  hanno  ritenuto che non si dovesse in qualche modo mettere mano alle loro indennità  (circa 11 mila euro lordi al mese) tenuto anche conto che, carte alla mano, sono tra i Consiglieri Regionali più virtuosi d’Italia.

Questi nostri dipendenti, perché i Consiglieri regionali sono dipendenti di noi contribuenti, non si vergognano di niente: a noi che gli paghiamo lo stipendio non risparmiano sacrifici e loro si tengono stretti i tanti, troppi privilegi.

In un momento di così grave difficoltà per molte famiglie, giovani e anziani che faticano a tirare avanti sino alla fine del mese, responsabilità e maturità avrebbero dovuto condurre i nostri rappresentanti politici in Regione ad una seria riflessione sulla necessità di una rivisitazione complessiva delle loro indennità mensili. Ma invece di andare a fondo nel merito della questione hanno preferito “giochicchiare” sulle singole voci delle indennità per poi alla fine non modificarle che di qualche spicciolo.

Spiace constatare la poca responsabilità e la poca maturità che hanno di nuovo mostrato questi uomini e donne che per il ruolo che rivestono dovrebbero essere di esempio per tutti noi e per le nuove generazioni in particolare. Un'altra occasione persa per recuperare un minimo di rapporto con i cittadini marchigiani che ormai sperano di poterli mandare presto tutti a casa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2013 alle 10:55 sul giornale del 09 febbraio 2013 - 2002 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, paolo cingolani, Jesiamo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/JbV





logoEV
logoEV