x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il Palio di San Floriano fa rete con il territorio

3' di lettura
2224
da Ente Palio di San Floriano

Associazione Palio San Floriano

Nuovo direttivo, nuovi progetti. L’Ente Palio di San Floriano, a due mesi della XVIII edizione dell’ evento, sotto la guida della giovane presidente Chiara Cascio, non si risparmia in fatto di novità.

L’attesa manifestazione jesina, capace di attirare in città migliaia di visitatori, si svolgerà dal 2 al 5 maggio, inglobando nella kermesse la Scampanellada dei bambini che, come da tradizione, si svolgerà nel pomeriggio di sabato 4, interagendo quest’anno con la manifestazione.
Un maggior coinvolgimento delle scuole primarie è dato anche dal progetto “C’era una volta San Floriano, storie e leggende di Jesi e il suo Contado”, proposto dal Comitato storico scientifico dell’Ente Palio agli Istituti scolastici della città e rivolto alle classi terze: una lezione di due ore sul Palio, a cura della dott.ssa Annarita Bianchini, storica e responsabile del Comitato, e delle dottoresse Gloria Tenenti, Maila Cannucciari ed Elisabetta Graziosi. Il progetto si concluderà con la premiazione della classe che avrà realizzato il cartellone più originale sulla leggenda di San Floriano, in occasione del convegno del Comitato storico scientifico che si terrà il 2 maggio. “La sinergia con le scuole è importante, perché permette all’associazione di tramandare le tradizioni del passato alle nuove generazioni – spiega la presidente Chiara Cascio - Altra importante collaborazione è quella che stiamo costruendo con gli oratori delle comunità parrocchiali della città per ricostituire i Quartieri storici e coinvolgere attivamente i giovani nella manifestazione. Credo che fare rete con le istituzioni, le associazioni e le organizzazioni del territorio sia fondamentale per lo sviluppo e la crescita di un’importante evento quale il Palio”. Il concetto di rete è determinante anche per la realizzazione della Quintana, il torneo cavalleresco tra Comuni da svolgersi il 28 aprile nel campo equestre di Moie, d’intesa con l’Associazione Equestre Vallesina: “Si tratta ancora di un progetto cui stiamo dedicando lavoro e impegno per valutarne la fattibilità – spiega la Presidente - A tal proposito, la settimana scorsa si è tenuto l’incontro, il primo nella storia dell’associazione, con i sindaci e gli assessori di competenza dei Comuni della Vallesina per discuterne insieme, un momento di confronto importante che ha permesso di definire linee di azione condivise. Ne sono previsti altri a breve, segno che l’interesse e la volontà di partecipare alla manifestazione è forte anche al di fuori dei confini della città, nel pieno rispetto dello spirito del Palio, evento che, nel passato, coinvolgeva di fatto tutto il territorio”.
Fondamentale anche l’intesa con il Comune di Jesi e, in particolare, con gli assessori alla Cultura Luca Butini e al Turismo Ugo Coltorti “sempre disponibili e aperti alla collaborazione”, dichiara la Presidente.
Ma nulla sarebbe possibile senza il prezioso lavoro del Direttivo e dei Gruppi storici dell’associazione – Arcieri, Tamburi, Sbandieratori, Armati, Figuranti – dello staff regia, dei collaboratori e delle associazioni Aesis Milites del Contado e Avis di Jesi che si impegnano tutto l’anno per la buona riuscita del Palio.
A chi fosse interessato a partecipare attivamente alla vita associativa dell’Ente Palio di San Floriano, si ricorda che, venerdì 8 marzo, alle ore 20.30, si terrà un convivio sociale presso i locali della Parrocchia di Santa Maria del Piano, in occasione del quale sarà aperto il tesseramento 2013. Per informazioni e prenotazione, che è obbligatoria, è possibile contattare il numero 338 1416358.



Associazione Palio San Floriano

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-02-2013 alle 21:59 sul giornale del 15 febbraio 2013 - 2224 letture