Quantcast

Sindacati della sanità: direttore dell'area vasta 2 non all'altezza!

3' di lettura 16/02/2013 - Nella contrattazione di Area Vasta 2 a Fabriano del 13.02.2013, il Direttore Dott. Ciccarelli, mancando di rispetto alle corrette relazioni sindacali ed alle scriventi, ha ribadito la volontà (mai sconfessata al tavolo negoziale) di adottare un nuovo accordo sulla mobilità ed utilizzo del personale del Comparto, ovvero di invalidare il vigente accordo sottoscritto con la vecchia Direzione in data 18.09.2012, ritenuto dallo stesso illegittimo e di ostacolo ai piani assunzione!

Ovviamente censurabile il comportamento del Direttore, che non può invalidare in alcuna maniera un accordo vigente e legittimo, come inaccettabile il ricatto rivolto alle scriventi, la dichiarazione di violazione delle molteplici norme contrattuali ivi previste ed i relativi danni arrecati ai diritti dei dipendenti.

Sulla questione, le scriventi assumeranno iniziativa, proponendola unitariamente, ipotizzando fin da ora lo svolgimento delle Assemblee Generali del personale del Comparto dell'Area Vasta 2 in tutte le ex Zone Territoriali, per informare che per ogni chiara violazione dei termini previsti nell'accordo vigente, sarà motivo legittimo di ricorso diretto alle vie giudiziali, con possibilità di procura sindacale.

Nella trattativa è risultato inutile ogni tentativo di mediazione, si è provato fino all'ultimo a far ragionare il Direttore, a fargli rispettare il vigente accordo, invitandolo ad applicarlo in ogni previsione, salvo aprire i confronti sindacali tematici per ogni occasione di criticità eventualmente rilevata sui percorsi operativi.

Ma il Direttore ha preferito inasprire ulteriormente i conflitti, esasperando le accuse rivolte al sindacato, ribadite a più riprese, di ostacolare, nell'esercizio delle proprie prerogative e conquiste, i processi sulle assunzioni del personale!

Si addebita al Direttore la condanna dei dipendenti del Comparto dell'Area Vasta 2 a condizioni lavorative sempre peggiori.

Rispetto alla questione prioritaria e pressante dei precari, nonostante la RSU e le OO.SS. avessero preventivamente scritto all'Amministrazione, la Direzione, ancora una volta, si è presentata in contrattazione volutamente impreparata e senza i dati richiesti.

Pertanto, non è stato possibile dar corso alla prosecuzione dei lavori iniziati con la sottoscrizione dell'accordo del 16.01.2012, sul conseguimento di migliori condizioni di stabilità del personale precario e di recupero degli aventi diritto alla proroga secondo quanto previsto dalla Legge Stabilità 2013.

Chissà se nella personale visione del Direttore, anche questa è una colpa ascrivibile alle parti sindacali !

Di certo, nell'Area Vasta 2 è impossibile garantire stabili e serene relazioni sindacali con tale Direttore.

Le scriventi sono da tempo convinte che il Dott. Ciccarelli rappresenti un ostacolo ad un proficuo confronto, nelle sede di Area Vasta 2, per quanto attiene tutte le materie demandate alla contrattazione, dal CCNL e dalla normativa regionale.

Tale problema era stato già segnalato al Governatore Spacca con la lettera della RSU e delle OO.SS. del 5.11.2012, rimasta senza risposta.

Come già detto allora, non è possibile ricordare tutte le motivazioni, anche tecniche, che hanno confermato continuamente la considerazione delle scriventi, diventata ormai certezza dopo l'ultimo tavolo negoziale, l'ennesimo episodio di una lunga serie di numerosi accordi su materie fondamentali, raggiunti e firmati in Area Vasta 2, puntualmente ed arbitrariamente “bloccati” dal Dott. Ciccarelli, nella duplice veste di Direttore Generale dell'ASUR e di Direttore facente funzione dell'Area Vasta 2.

E' evidente tale anomalia, sfociante in un imbarazzante abuso di potere.


da CGIL, UIL, NURSIND, ALI-SANITA'
Area Vasta 2 ed OO.SS. Provinciali





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2013 alle 11:24 sul giornale del 18 febbraio 2013 - 1152 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/JAh





logoEV
logoEV