Quantcast

Fare per fermare il declino: Jesi e le Marche avamposto del Fare

Bacci e Boldrin 1' di lettura 18/02/2013 - La città di Jesi ha incontrato il Prof. Michele Boldrin, economista di fama internazionale ed uno dei fondatori di FARE per Fermare il Declino.

Anche al Federico II sala gremita per discutere le proposte concrete per far tornare il paese a crescere: presenti le rappresentanze delle principali associazioni imprenditoriali, della società civile, della giunta comunale.

Il sindaco Bacci ha voluto salutare personalmente il prof. Boldrin portando i suoi calorosi saluti ed il suo apprezzamento ai partecipanti.

Il dibattito si è protratto fino a notte fonda, molte le domande e dettagliate e precise le risposte di Michele Boldrin “Le Marche sono una delle regioni più dinamiche e produttive del nostro panorama nazionale e, non a caso, una tra le prime regioni in termini di rapporto tra aderenti su abitanti”.

FARE per Fermare il Declino, che si batte per il rinnovamento della classe politica, la riduzione delle tasse ed il rilancio dell’economia puntando in particolare sui giovani e le donne, continua a ricevere apprezzamenti e consensi da tutte le classi sociali.

L’ entusiasmo cresce tra gli attivisti di FARE che a questo sono convinti di poter mandare in Parlamento dei propri rappresentanti.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2013 alle 17:23 sul giornale del 19 febbraio 2013 - 1630 letture

In questo articolo si parla di attualità, Fare per Fermare il Declino, fare per fermare il declino marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/JEw





logoEV
logoEV