contatori statistiche

Unione dei Comuni della Media Vallesina: cambio al vertice dell’Unione. Concluso il mandato del sindaco Barcaglioni

Sandro Barcaglioni 4' di lettura 06/03/2013 - Il sindaco di San Paolo di Jesi Sandro Barcaglioni conclude il suo mandato di presidente dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina, l’ente che riunisce per la gestione di alcuni servizi le amministrazioni di Maiolati Spontini, Castelplanio, Castelbellino, Monteroberto, Montecarotto, San Paolo di Jesi e Poggio San Marcello.

Barcaglioni è stato il sesto presidente dell’organismo fondato nel 2003, dopo i sindaci di Maiolati Spontini Sergio Cascia e Giancarlo Carbini, di Castelplanio Luciano Pittori, di Poggio San Marcello Tiziano Consoli e di Castelbellino Demetrio Papadopoulos. Il Consiglio dell’Unione si riunirà per decidere il successore di Papadopoulos giovedì 7 marzo.

Il mandato del presidente Barcaglioni, iniziato nell’aprile del 2011, è durato poco meno di due anni, mentre quello della Giunta e del Consiglio, eletti in coincidenza col rinnovo delle Amministrazioni comunali nell’estate del 2009, durerà fino al 2014. I servizi e le funzioni in capo all’Unione vanno dal coordinamento intercomunale in materia di protezione civile alla Polizia locale, dalle colonie marine al nucleo di valutazione, dal trasporto sociale all’università degli adulti, dal servizio statistica a quello di derattizzazione e disinfestazione del territorio.

Tanti i passaggi cruciali affrontati da Barcaglioni nel corso del suo mandato, dall’ingresso (che dovrà essere ratificato dalla Regione) del comune di Rosora, al passaggio all’Unione di nuove funzioni fondamentali.

“E’ stata un’esperienza molto positiva – spiega il presidente Barcaglioni – che mi ha consentito di lavorare con persone in gamba, di grande spessore e attente unicamente al bene e alla crescita della nostra comunità. Un’esperienza confortata da novità molto importanti. Mi riferisco, ad esempio, al nuovo regolamento del Trasporto sociale, che ha reso questo importante servizio più efficiente e più capillare. Grazie al lavoro fatto insieme con l’assessore ai Servizi sociali dell’Unione Sandro Staffolani e con gli assessori dei Comuni aderenti, con i rappresentanti provinciali e regionali dell’associazione Auser, e con il presidente del comitato della Vallesina Dario Giampieretti, si è arrivati ad un documento capace di garantire prestazioni più adeguate alle esigenze sia degli operatori che degli stessi utenti. Le modifiche e le integrazioni hanno chiarito i destinatari del servizio, il tipo di prestazioni garantite, le procedure di ammissione. Il tutto per migliorare sempre più uno strumento di sostegno alle fasce deboli della popolazione”.

Un altro importante risultato ottenuto in questi ultimi mesi è stato il via libera all’ingresso di Rosora nell’organismo sovracomunale. “Con Rosora l’Unione si allarga a otto Comuni – osserva il presidente uscente – avvicinandosi all’obiettivo che avevo auspicato ormai dodici anni fa, di realizzare un’unione della Vallesina con tutti i Comuni aderenti al Cis. Il pronunciamento positivo della giunta dell’Unione, avvenuto a fine 2012, è stato il primo passo. A breve la delibera dovrà essere recepita della Giunta regionale delle Marche. Ma intanto con Rosora sono partite, dal 1° gennaio 2013, delle convenzioni per la gestione associata delle tre funzioni fondamentali: Polizia locale, catasto e Protezione civile. Due funzioni, queste ultime, che passeranno interamente in capo all’Unione dei Comuni, così come già avviene per la Polizia locale”.

Un altro importante progetto dell’Unione è stato quello relativo alla “Sicurezza urbana”. Sono state installate trentatré telecamere per la videosorveglianza e altre ne saranno sistemate a breve, per controllare 24 ore su 24 piazze, parchi, luoghi di incontro, ma anche aree industriali e isole ecologiche dei Comuni dell’Unione collegati in rete. “E’ la prima volta che in Vallesina – osserva Barcaglioni – si realizza un Progetto sicurezza gestito dall’Unione”.

Un bilancio positivo, quindi, quello alla guida dell’ente sovra comunale “da tutti i punti di vista: politico, amministrativo, ma anche umano. Passo il testimone al nuovo presidente dell’Unione con la certezza che proseguirà con lo stesso impegno ed entusiasmo questo percorso di unione diventato ormai imprescindibile”

Infine, Barcaglioni esprime la sua gratitudine alla Giunta e al Consiglio “per il sostegno avuto, ringrazio in particolar modo il segretario dell’Unione Luigi Albano e tutto il personale, sia per la collaborazione sia per l’aiuto offertomi in questi venti mesi di mandato alla guida dell’Unione dei Comuni”.


da Unione dei Comuni della Media Vallesina




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-03-2013 alle 14:48 sul giornale del 07 marzo 2013 - 1300 letture

In questo articolo si parla di attualità, Vallesina, Comuni, unione dei comuni della media vallesina, sandro barcaglioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/KgI





logoEV
logoEV