Cicconi Massi e Cameruccio: 'Serve un regolamento che vieti parcheggiatori e venditori abusivi'

Parcheggiatori abusivi 2' di lettura 11/03/2013 - Davanti all’inerzia dell’amministrazione comunale e della maggioranza, che sembrano aver voluto mettere la sordina ad un problema che tutt’ora esiste e deve essere affrontato nella città, assieme ai colleghi Rimini e Mazzarini, abbiamo deciso di presentare una mozione per il prossimo Consiglio Comunale, dove vengono proposte alcune misure per contrastare il fenomeno dell’esercizio abusivo dell’attività di vendita di prodotti commerciali, il lavaggio vetri, la richiesta di elemosina in alcuni luoghi sensibili della città.

Si deve partire dal fatto che tali attività vengono svolte senza autorizzazioni commerciali ed amministrative, pertanto in modo assolutamente abusivo nella città.
E’ stato in qualche caso rilevata anche la gravissima presenza di lavoratori minorenni, visti agli angoli delle strade.
Bisogna, inoltre, tener conto che tali condotte, qualora esercitate nelle pubbliche strade ed in particolare in prossimità di intersezioni stradali, rappresentano un intralcio alla regolare circolazione stradale, oltre che essere potenzialmente pericolose anche per chi le pone in essere.

Non sono poi nuove le notizie che hanno registrato in alcune spiacevoli circostanze, aggressioni verbali e comportamenti intimidatori compiuti dagli esercenti tali attività a danno dei cittadini, finanche danneggiamenti di autovetture nelle aree di sosta, ormai invase da queste persone.
Ecco quindi che questo fenomeno deve essere regolamentato, prevedendo divieti e sanzioni.

Un fenomeno che si sta allargando a macchia d’olio e che vede coinvolte loro malgrado persone che si trovano in condizioni di vita assolutamente gravi e preoccupanti, nei confronti dei quali la politica e la città non possono coprire la coscienza con la mera tolleranza, ma debbono porre in essere interventi che aiutino realmente queste persone.

Per questo motivo abbiamo richiesto all’amministrazione comunale di intervenire rapidamente con l’adozione di un regolamento di polizia urbana nel quale sia previsto il divieto di esercitare le attività di lavaggio vetri, distribuzione volantini e materiale commerciale senza autorizzazione, nonché la richiesta di elemosine nei luoghi di seguito indicati:
a) presso le intersezioni stradali e sui ponti;
b) all’interno e in prossimità dei mercati;
c) nelle aree prospicienti le stazioni ferroviarie, gli ospedali, le case di cura, i soggiorni per anziani;
d) davanti ai luoghi di culto e davanti e all’interno dei cimiteri;
e) davanti agli ingressi di esercizi commerciali e pubblici esercizi;
f) davanti agli uffici pubblici;
g) nei pressi dei monumenti e luoghi turistici e culturali;
h) nei pressi delle aree di sosta o parcheggio, di parcometri, di distributori automatici di merce e di bancomat;
prevedendo altresì le sanzioni amministrative e la confisca dei beni utilizzati o commercializzati nonchè dei proventi scaturenti dalle sopracitate attività.


da Alessandro Cicconi Massi e Gabriele Cameruccio
Gruppo consiliare Pdl-Ppe





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-03-2013 alle 16:59 sul giornale del 12 marzo 2013 - 3119 letture

In questo articolo si parla di alessandro cicconi massi, gabriele cameruccio, politica, senigallia, Parcheggiatori abusivi, Gruppo consiliare Ppe

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/KsL


In alcune cose mi trova a favore, più che altro per il timore che si sviluppi un racket con l'arrivo di soggetti meno amichevoli che vada a coinvolgere quelli che ci sono ora.
Però vorrei capire se si propone pure una soluzione per quelle persone, che fanno "vendita" per cercare di "sbarcare il lunario", o molto più sbrigativamente li si vuole sloggiare e poi "C@##i loro": perchè immagino che se non sono stati allontanati è perchè hanno i requisiti in regola per stare nel nostro territorio, ma semplicemente non hanno (al momento) altro lavoro....e non sono i soli.
Ammetto che non so trovare una possibile soluzione, soprattutto con la grave crisi di adesso.

floriano schiavoni

12 marzo, 06:54
Giusta la Mozione
A queste persone dobbiamo garantire un pasto quotidiano.
Necessita, in ogni caso, fissare un n° massimo ( diciamo 200)
200 pasti al giorno al costo di 2 € sono 400 al giorno. In totale 150000 € l'anno. Dove prenderli? Dalla riduzione dei compensi ai dirigenti!!
Le strutture per far questo ci sono.( caritas etc)

Sono daccordo con Daniele sul fatto che si possa creare un racket, se già non è successo, e che quindi questo fenomeno va fermato immediatamente. Non capisco proprio la posizione inerte del Comune su questo fenomeno.
Non sono d'accordo invece sul fatto che debbano essere garantiti pasto e assistenza primaria, perchè la maggior parte di loro sono clandestini e come tali dovrebbero essere rimandati a casa loro , per non alimentare l'afflusso (già consistente) di "barconi della speranza" nel nostro paese.
Siamo già noi in difficoltà.

.. sono stressanti , arroganti, maleducati, sopratutto quelli che sono al parcheggio dell'Ospedale non rispettosi delle persone che ne usufruiscono, da allontanare giornalmente.

Elena Santolini

12 marzo, 10:49
Non se ne può più...una volta erano di meno, adesso ne trovi anche una decina per parcheggio e io sinceramente mi sono stufata di dovermi giustificare ogni giorno se non gli do quei 50 centesimi!!!Tra l'altro stanno diventando anche scortesi, a me è successo più di una volta di essere mandata a quel paese quando dicevo di non avere soldi!!! è ora di finirla!!!

Mozione più che giusta.
Vorrei sottolineare che alcune persone che quotidianamente stazionano in modo abusivo nelle varie zone della città in cerca di poter raccimolare qualche euro per il loro sostentamento, vanno già a mangiare alla Caritas, e comunque la Caritas non è una mensa pubblica, è una struttura che cerca di aiutare le persone in difficoltà, e ci sono, giustamente, delle regole da rispettare, non è possibile andare a mangiarci tutti i giorni senza un progetto di riabilitazione concordato con le varie Istituzioni.
Per quanto riguarda tutti gli abusivi che gravitano nei vari parcheggi della città, presumendo (e ho dei forti dubbi) che siano tutti in possesso di regolare permesso di soggiorno, chi non riesce a trovare un lavoro regolare, mi spiace per lui, ma a mio parere, dovrebbe tornare al suo Paese. I permessi di soggiorno dovrebbero essere scrupolosamente legati a contratti di lavoro, altrimenti, come fanno all'etsero, dopo qualche mese bisogna ritornare a casa. Qualc'uno provi a stazionare all'estero per più mesi senza un lavoro regolare e fisso e poi mi dica se non lo fanno rimpatriare!!!!!!!!
Claude

guido

12 marzo, 21:29
Lavorando in ospedale tutti i giorni incontro queste persone,che per raccimolare pochi spiccioli fanno di tutto, e tra l'altro erano tutti occupati nel cantiere di mondolfo,che costruiva barche, adesso chiuso purtroppo.Domanda:perche'il comune le istituzioni o quant'altro non gli fanno guadagnare questo pasto della caritas facendogli fare dei lavori tipo pulizia strade,parcheggi,fossi ecc....

commerciante

12 marzo, 23:40
io o una attività commerciale, e tutti i giorni a tutte le ore entrano nel mio negozio cercando di farmi comprare qualcosa e se non lo faccio insistono ad avere un euro, ma non entra 1 venditore abusivo solo durante la giornata ne entrano almeno 5 o 6, se inizio dare i soldi durante la giornata 5o 6 euro vanno loro.Facciamo i calcoli 6euro per un anno intero, cos'è una nuova tassa??!!!..io insisto non dare nemmeno 1 euro così tra di loro si parlano e di conseguenza non ci vengono più nel mio negozio.Sarò giudicata una cattiva persona ma non se ne può più.Basta!!!Vogliamo leggi che veramente si rispettano e non buttate lì tanto per dare il contentino a noi cittadini!!!Paghiamo tasse e tanto altro e non vogliamo vedere questi venditori abusivi perchè ci fa tanta rabbia!!!!

MARILENA PELLICCIA

13 marzo, 12:19
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Mi hanno segnalato un evidente errore nel comunicato stampa: non si tratta di regolamento di Pulizia Urbana, bensì del Regolamento di Polizia Urbana. Se qualcuno si fosse sentito offeso dal nostro errore, voglia accettare le nostre sincere scuse.

Fa piacere questa precisazione di Cicconi Massi, però mi permetto di dubitare che si sia trattato di un refuso, infatti il comunicato ufficiale del Comune recita:"Infine i consiglieri Cameruccio, Cicconi Massi, Mazzarini, Rimini procederanno alla presentazione della mozione ad oggetto “Disposizioni urgenti per la tutela della pulizia urbana”". I refusi mi sembrano davvero troppi per essere credibili: le “Disposizioni urgenti per la tutela della polizia urbana” non sono certo l'oggetto della mozione.
Di un lapsus certamente si è trattato, ma, a mio parere,di un lapsus freudiano, purtroppo.