contatori statistiche

Alta Specializzazione Cardiologica e Pediatrica a Jesi

Asur Marche - Area Vasta 2 2' di lettura 20/03/2013 - Organizzato dall’U.O. Formazione dell’Area Vasta 2 di Jesi, in collaborazione con la SOD Cardiochirurgia e Cardiologia Pediatrica e Congenita AOR di Ancona e l’U.O. Pediatria e Neonatologia AV2 – Jesi, il 22-23 marzo si svolgerà presso l’Hotel Federico II il Corso di Alta Specializzazione – Approccio Multidisciplinare al Paziente Cardiopatico, diretto dal Dr. Marco Pozzi, cardiochirurgo pediatrico di fama internazionale, e dalla Dr.ssa Maria Paola Catalani, nuovo primario di Pediatria dell’Ospedale Civile di Jesi.

Questo Corso è studiato in modo tale da consentire ai discenti di inquadrare i pazienti cardiopatici da molteplici punti di vista, quello neonatologico, quello pediatrico, quello cardiologico e quello chirurgico. Nel corso trovano spazio argomenti inerenti le patologie del neonato e quelle pediatriche. Si trattano le patologie cardiache più frequenti come le discontinuità del setto interatriale ed interventricolare, quelle più complesse come la trasposizione dei grandi vasi, la tetralogia di Fallot e l’anomalia di Ebstein, le patologie valvolari aortiche e mitraliche, per arrivare alle patologie cardiache più rare, come le anomalie connesse all’utilizzo di antracicline, le displipidemie in età pediatrica e le anomalie coronariche legate ad alterazioni anatomiche o a processi vasculitici. Nel corso ovviamente trova spazio anche il percorso che conduce da un quadro di normalità alla valutazione dei quadri patologici. Questo percorso prevede una analisi segmentale delle varie strutture cardiache, tramite indagini cliniche e diagnostiche con utilizzo di ecocardiografia, tomografia assiale computerizzata e risonanza magnetica sia in immagini bidimensionali che con ricostruzioni tridimensionali. Scopo del corso è quello di insegnare ai discenti un percorso diagnostico multidisciplinare che sia strutturato ed in grado di discriminare l’anatomia del cuore dai quadri normali a quelli patologici complessi.

Oltre 100 partecipanti tra pediatri, neonatologi, cardiologi provenienti da diverse Regioni d’Italia e più di 40 Relatori nazionali ed internazionali sono intervenuti e interverranno durante le quattro giornate di Corso, due a gennaio e due a marzo, proponendo un confronto ed uno scambio tra colleghi di diverse discipline per arrivare a fornire una risposta sempre più completa ed efficace al piccolo paziente cardiopatico.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-03-2013 alle 19:16 sul giornale del 21 marzo 2013 - 856 letture

In questo articolo si parla di attualità, Area vasta 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/KRk





logoEV
logoEV