contatori statistiche

Chiaravalle: Prc, verso la sostanziale e definitiva chiusura dell’Ospedale

rifondazione comunista prc 1' di lettura 21/03/2013 - Siamo oramai all’epilogo per l’ospedale di Chiaravalle, mille volte annunciata, nella quasi totale indifferenza delle istituzioni locali e in particolare della Giunta Montali, la chiusura è alle porte.

Abbiamo provato molte volte a sollevare la questione, a dare l’allarme ma soprattutto a provare costruire proposte alternative capaci di fornire risposte alla domanda di salute dei cittadini di Chiaravalle e dell’intero distretto, e fare di questi strumento l’arma per un confronto con la Regione Marche che, per quanto riguarda il riassetto del sistema sanitario regionale, sta operando più in ossequio agli equilibri politico territoriali che ai bisogni sanitari dell’ intero territorio, secondo il principio “chi più strilla ha più ragioni”. Fra poco, forse, assisteremo a inutili lamenti, alle mobilitazioni post mortem, magari il Pd, che crede che il problema principale di Chiaravalle siano le piste ciclabili, si accorgerà di questo ulteriore vulnus al territorio e alla città e magari proverà dopo anni di niente a far vedere di esserci. Speriamo ci risparmino questa sceneggiata. Quello che invece occorre e subito è una mobilitazione unitaria e vasta della cittadinanza, ci sono associazioni a cominciare dalla RSU dell’ ospedale che hanno l’autorevolezza morale per farlo, noi le sollecitiamo e saremo al loro fianco.


da Maurizio Quercetti
Segretario Rifondazione Comunista Chiaravalle
 





Questo è un articolo pubblicato il 21-03-2013 alle 10:28 sul giornale del 22 marzo 2013 - 1491 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio quercetti, partito rifondazione comunista, prc chiaravalle

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/KSh





logoEV
logoEV