Quantcast

Chiaravalle: Vichi (M5S), troppi 133mila spesi per la politica in città

Movimento 5 stelle 3' di lettura 17/04/2013 - Mentre Chiaravalle si interroga sulle sorti dell’Ospedale raccogliendo firme su firme,mobilitando il mondo per non far chiudere la struttura, io rifletto sulla questione politica. I partiti in merito cambiano idea ogni tre secondi, pur di accaparrarsi i voti degli elettori, sgomitano tra loro come belve e a me sembra tutto un po’ surreale, perché diciamocela tutta questa cosa dell’ospedale sembra essere caduta a fagiolo sulle nostre teste, proprio all’alba delle elezioni comunali, dando grandi possibilità di redenzione a molti schieramenti.

Così c’è chi si pente dichiarando “meglio tardi che mai!” , c’è chi si sente solidale nei confronti della popolazione pur non capendoci un cavolo di organizzazione sanitaria e c’è chi consciamente sa che sarà tutto inevitabile..allora è meglio salvare il salvabile.

Io faccio parte di questo ultimo schieramento, che forse fu il primo a dire come la pensava sulla questione … un rinnovamento per non perire. Pochi tagli ed una riconversione, per salvare stipendi, persone, strutture, macchinari e per garantire servizi ai cittadini.. ad oggi, c’è ancora molta confusione tra i cittadini e credo che affronteremo la tematica il prima possibile per delucidare le nostre ragioni.

Dicono che per fare politica, devi avere lo stomaco forte, io credo che siano altre le cose per cui ci vogliano stomaci duri e mentre la città trattiene il respiro per la vicenda sanitaria io continuo con i miei “ma” ed i miei “perché”.

Ho sempre considerato il mio paese come un piccolo scrigno, dove la realtà fosse un po’ ovattata, forse perché estranea al tram -tram delle grandi metropoli, un posto apparentemente tranquillo dove i bimbi possono giocare. Ma i tempi cambiano, le persone pure e mi ritrovo in una mondo completamente diverso.

Al parco ci sono due senzatetto, si lavano e mangiano li ora che le sere sono meno pungenti … gli invisibili, che per me tanto invisibili non lo sono stati mai, sono nella nostra città. E mentre mi ripeto che non lo avrei mai detto, mi accorgo ogni giorno di più che c’è disagio, c’è fame, c’è povertà … il tutto camuffato da una grande dignità che il popolo Italiano è capace di tirar fuori quando necessario.

Queste sono le cose per stomaci forti.

La vecchia politica è costata nel solo 2009, 133 mila euro al nostro comune, 133 mila euro di stipendi tra Assessori e Sindaco.

Io con 133 mila euro avrei, un po’ forzatamente per via del patto di stabilità, estinto una parte dei mutui pendenti che come un’ombra abbracciano la nostra cittadina, riducendo così gli interessi passivi e sperando di recuperare nel tempo fondi per migliorare il nostro comune.

Ma io, sono una ragazza che politica non l’ha mai fatta, quindi non mi resta che rivolgere il mio sguardo su quei senzatetto e sperare che domani sia un giorno migliore.


da Antonella Vichi
Movimento 5 Stelle Chiaravalle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2013 alle 17:02 sul giornale del 18 aprile 2013 - 1374 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, Movimento 5 Stelle, movimenti 5 stelle, Antonella Vichi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/LU3