x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Pd: dalla maggioranza solo tagli ai servizi, aumenti delle tasse, mancate promesse e offese

3' di lettura
1119
da Partito Democratico Jesi

Partito Democratico Jesi

Il Partito Democratico guarda con preoccupazione all'atteggiamento assunto dall'Amministrazione Comunale nei confronti delle forze politiche di opposizione e degli stessi cittadini.

In particolare, le ultime iniziative volute dal Sindaco e dalla sua maggioranza, nonché l'instabilità dimostrata nelle ultime sedute dagli stessi, fanno emergere un chiaro segnale: i nostri amministratori sembra non si rendano conto della crisi economico – sociale che vive la nostra città.

In questo momento in cui si sente con forza il bisogno di unità e di capacità nel governare la nostra città, vediamo soltanto una gran voglia di comandare, di nascondere le proprie difficoltà e le proprie contraddizioni fatte di repentini e continui cambi di posizione rispetto a quanto promesso in campagna elettorale, con urla, minacce e offese gratuite nei confronti di coloro che la pensano diversamente.

Tuttavia al Sindaco vogliamo mandare un auspicio: che vengano abbandonati certi toni verso chi la pensa diversamente; per quanto ci riguarda continueremo comunque con serietà e responsabilità a rappresentare gran parte del nostro territorio e le istanze dei cittadini che vivono momenti non felici.

Di fronte ad una situazione di disagio ci saremmo aspettati interventi mirati e urgenti, atti a mordere gli effetti negativi della crisi a favore delle fasce più colpite dal disagio e storicamente più deboli.

Chi amministra, invece, ha chiesto e continua a chiedere sacrifici alle famiglie, ai lavoratori, alle imprese del nostro territorio.

Lo ha fatto aumentando l'IMU di € 3.000.000 e senza restituire un centesimo inadempiendo alle promesse fatte; lo ha fatto imponendo interventi, poco efficaci a livello ambientale, ma molto onerosi per i cittadini come quelli di adeguamento dei camini delle famiglie jesine e dei forni per le attività commerciali e artigianali locali; lo sta facendo con quasi 1.000 nuovi parcheggi a pagamento, modificando le tariffe e danneggiando attività e residenti di ogni quartiere (stazione, prato, centro storico, ecc...); lo farà con la TARES nel prossimo futuro.

Il tutto ridimensionando i servizi, come le mense, la cui gestione sarà centralizzata e privatizzata; sprecando le poche risorse a disposizione con interventi spot, dalle toppe sulle buche, oggi divenute veri crateri, alle strisce appiccicate con la colla e oggi svolazzanti per la città (lavori di cui vogliamo comunque approfondire sia le modalità di affidamento sia le responsabilità circa il pressapochismo con il quale sono stati realizzati), dal verde selvaggio su cui non si è deciso di investire e che sta già creando disagi ai cittadini, alla riorganizzazione dell'ente ancora a rilento e senza indirizzi chiari.

Tanti sacrifici richiesti, nessun impegno preso e nessun investimento nei confronti dei cittadini.

Inoltre scarsa interlocuzione con le istituzioni sovralocali e isolamento sempre più vicino per Jesi.

Per quanto ci riguarda, riporteremo le nostre proposte là dove si può incidere: nel dibattito per la definizione del bilancio di previsione 2013.

Rappresenteremo, in quella sede, coloro che non ce la fanno e che quotidianamente difendono il proprio reddito, il proprio lavoro e le proprie famiglie dagli effetti di una crisi a cui va rivolta massima attenzione.

In altre parole faremo ancora la nostra parte.



Partito Democratico Jesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2013 alle 16:35 sul giornale del 20 aprile 2013 - 1119 letture