x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Chiaravalle: il Pd apprezza la riconferma a Napolitano e chiede l'espulsione per i “traditori” di Prodi

1' di lettura
1829

da Partito Democratico Chiaravalle


partito democratico
Il Partito Democratico di Chiaravalle apprezza la rielezione di Giorgio Napolitano a Presidente della Repubblica in quanto figura che bene rappresenta l’Unità del Paese. Lo ringrazia per la generosa disponibilità a farsi carico di un impegno particolarmente gravoso in una situazione nazionale, sia politica che economica, e internazionale di inaudita gravità.

La crisi devastante che sta attraversando l’Italia chiedeva alle forze più attente alla necessità di cambiamento e ai diritti dei più deboli una risposta puntuale con l’assunzione di una responsabilità di governo in una situazione tutt’altro che facile, i numeri hanno la loro importanza e, in democrazia, le scelte si possono fare avendo i numeri utili a sostenerle, in questo Parlamento, purtroppo, nessuno ha questi numeri e ne è riprova la situazione che si è creata.

L’esito delle elezioni di febbraio hanno consegnato al Paese una situazione politica in cui non si ravvisa quella maggioranza parlamentare di cui abbiamo bisogno per poter porre in essere soluzioni adeguate ai gravi problemi che ci affliggono. Il voto per la scelta del Presidente della Repubblica ben ha evidenziato questa situazione. Il PD di Chiaravalle esprime tutto il suo doloroso sconcerto e la più profonda condanna per il comportamento di un gruppo di suoi eletti che, dopo aver condiviso la proposta di Romano Prodi alla candidatura a Presidente della Repubblica, non lo hanno sostenuto con il voto adottando un comportamento vigliacco e ignobile. Come iscritti chiediamo che si faccia di tutto per individuare questi “traditori” per espellerli dal Partito, come elettori chiediamo agli stessi le dimissioni in quanto non rappresentano affatto i loro elettori.



partito democratico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2013 alle 12:00 sul giornale del 24 aprile 2013 - 1829 letture