x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Chiaravalle: Spinsanti (Liberi di pensare), ora Costantini saprà tener fuori i responsabili della sconfitta Pd?

3' di lettura
3134

da Giovanni Spinsanti
Liberi di pensare


Liberi di pensare

Il Pd di Chiaravalle, vecchio quanto un vaso cinese della dinastia Ming,ma non ugualmente prezioso, è andato fatalmente in frantumi: si troverà un restauratore in grado di incollare tanti cocci?

Li possiamo ringraziare tutti, chiamandoli se non per nome, almeno per cognome gli artefici di questo disastro: li vogliamo ricordare gli irriducibili duri e puri che in barba a tutti i tentativi di cambiamento andavano avanti da soli, senza sentir ragioni o malumori, come un’invincibile armata? Ma si! Diciamoli prima di archiviarli definitivamente più per spirito di misericordia che di vendetta: Montali, Moscatelli, Brandoni e Baldelli.

Forse questi signori se la prenderanno sicuramente con noi, che, già da un po’ Liberi di Pensare, di questa situazione avevamo incarnato i malumori e paventato pericoli: perché questa gente nella propria miopia non ha saputo mai guardare a un palmo dal naso né avuto altro riferimento oltre se stessa.

Ora anche alcuni fedelissimi hanno capito che la base non li voleva? Davvero, davvero?!

Ci voleva un genio per rendersene conto! Ma guarda un po’, siamo esterrefatti dalla sorpresa.

Per anni noi Liberi di Pensare lo abbiamo denunciato dall’interno quando era ancora possibile rimediare, ma non ci hanno creduto, anzi ci hanno accompagnati gentilmente alla porta: correte a Roma a chiamare l’ex segretario provinciale Lodolini, ora onorevole come premio alla carriera, e fatevi spiegare come sia potuto accadere che un candidato Sindaco di Sel con il 3% dei consensi alle politiche abbia compiuto questo miracolo e sbaragliato Brandoni: è più merito suo o demerito di un Pd da antiquariato, che si affida all’uomo in bicicletta? Il mancato candidato sindaco sarà in grado di trovare un qualche aspetto positivo, come nel suo migliore stile, anche in queste avvincenti primarie. Riuscirà il neo candidato Sindaco Costantini a mantenere le promesse fatte a quanti lo avrebbero sostenuto di non candidare cioè nemmeno uno dei “Fantastici Quattro” prima citati e tantomeno trovarli a sorpresa come assessori?

Ma ciò che maggiormente ci chiediamo: il Pd chiaravallese riuscirà in un mese di tempo a fare ciò di cui non è stato capace per anni?

Cioè: cambiare linea di partito, trovare ed accogliere nuove idee ed un programma credibile che piaccia alla base, di cui finalmente a loro spese hanno constatato l’esistenza?

Questo sarebbe il vero miracolo.

Noi Liberi di Pensare siamo la vera espressione riformista di quel Pd che ha sempre cercato di ascoltare la base; noi abbiamo ritenuto non patteggiabili i valori del dialogo dell’ascolto e della trasparenza; noi abbiamo portato nella lista civica “Siamo Chiaravalle” l’ossatura di quel programma che avevamo già individuato nel programma di fine mandato, ora agli atti del comune, che la Montali ha completamente ignorato. Questi ora costituiscono l’impalcatura, insieme ad ulteriori ed importanti apporti, del programma elettorale che stiamo portando avanti: giudicateci dalle idee, dalla nostra volontà di inclusione e di accordo per cercare soluzione ed unità, non divisioni; noi non stiamo improvvisando il futuro di Chiaravalle, lo abbiamo pensato per lungo tempo. È ora di dare un’occasione a chi con la propria coerenza vorrebbe sinceramente tentare di dare un volto finalmente nuovo alla politica ed al nostro amato paese.



Liberi di pensare

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2013 alle 09:48 sul giornale del 24 aprile 2013 - 3134 letture