x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Maiolati Spontini: niente Palio al Parco Equestre

3' di lettura
1305

da Associazione Giostre Medioevali di Moie


Associazione Giostre medievali

Siamo molto delusi, non tanto per noi quanto per i cavalieri, che ci seguono da anni con passione e serietà, e credono nelle nostre parole e nelle nostre scelte”.

Queste alcune delle considerazioni espresse ieri (24 aprile, ndr) dalla Presidente dell’Associazione Giostre Medioevali di Moie, Maria Grazia Ferazzani, nel giorno dell’improvviso annullamento dell’atteso e concordato appuntamento di domenica 28 aprile con il Palio di San Floriano nella cornice del Parco Equestre di Moie. Un rammarico ed un boccone amaro da mandar giù, considerato che il progetto era partito già nel novembre scorso, quando l’Associazione Amici del Palio di San Floriano aveva chiesto la collaborazione della storica Associazione di Moie per un evento equestre che unisse lo storico Palio jesino ed un pezzo prezioso e prestigioso del suo “contado” come il Parco Equestre di Moie … una sinergia da vecchi tempi!

Abbiamo subito dato la nostra disponibilità, ponendo solo il limite temporale dei primi di febbraio per avere risposta definitiva dagli Amici del Palio, per dare loro il tempo di consultare tutti i Comuni interessati e sondare il loro contributo e appoggio al progetto – ha spiegato Ferazzani – Li abbiamo risentiti verso il 10 marzo, quando ci hanno confermato la cosa e noi abbiamo espresso le nostre grandi perplessità: pochissimo il tempo per preparare, mentre queste cose si fanno con perizia, attenzione e tempi giusti”.

Da qui, l’Associazione Giostre Medioevali si è impegnata al massimo per poter, invece, dar corso all’interessante progetto. Lo sforzo ha dato risultati: l’organizzazione di una due giorni entusiasmante, per pubblico e cavalieri, domenica 21 aprile (poi slittata a giovedì 25 aprile, causa pioggia) la Prima Tappa del Torneo Giostre Medioevali (anticipata ad hoc per l’occasione del Palio), con i primi 15 classificati destinati a partecipare al Palio di San Floriano del 28 aprile. Manifesti, prenotazione della clinica veterinaria, anticipi onerosi del caso, etc., ma soprattutto tanti cavalieri coinvolti, in vista di un Palio con premio, in una cornice prestigiosa.

Il 24 aprile l’epilogo improvviso (con poche anticipazioni generiche), a soli quattro giorni dalla data fissata e con i cavalieri già coinvolti nel primo evento che faceva da preludio alle luci di ribalta del Palio. “Siamo abituati a metterci la faccia, lo facciamo da più di 20 anni e vogliamo continuare a farlo per l’amore che abbiamo per il mondo equestre e per il luogo in cui abitiamo – ha concluso la presidente Ferazzani – Ci mettiamo la faccia con gli utenti, con il pubblico, con le istituzioni, con i cavalieri che stimiamo ricambiati. Ci scusiamo, dunque, per quanto accaduto e non dipeso dalla nostra volontà, ci scusiamo e ne facciamo una questione di dignità, rispetto dell’impegno e della dedizione di ognuno, ritenendo che anche queste occasioni di divertimento, sport, incontro, siano questioni serie, che meritano la massima attenzione e che, alla fine, sono quelle che rappresentano in qualche modo le città e gli uomini che se ne prendono cura organizzandole”.



Associazione Giostre medievali

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2013 alle 14:48 sul giornale del 27 aprile 2013 - 1305 letture