Quantcast

Alla chiesa di San Bernando approda la mostra Eresia Bianca

Eresia bianca 2' di lettura 29/04/2013 - Con Eresia Bianca_Jesi Sineglossa apre la saga Eresia ad una nuova fase. Dopo aver mostrato il proprio lavoro nelle vetrine e nelle gallerie di Roma, Cracovia e Wroclaw, in festival internazionali come Reminiscences, il gruppo formato da professionisti di diverse discipline (Luca Poncetta/light designer - Silvio Marino/ musicista – Simone Alessandrini/designer – Valentina Sanna/ stilista – Simona Sala/performer - Federico Bomba/regista e drammaturgo) approda nella Chiesa di San Bernardo, presso il Sas (Studio delle Arti della Stampa, Via Valle 3, Jesi) per abitare dall’1 al 4 maggio uno spazio tradizionalmente edificato per scopi di culto e riconvertito dagli artisti ad un luogo di spiritualità laica.

Le immagini dei santi che occupavano le pareti, nei secoli staccate e dislocate, vengono restituite in nuove forme, precarie come precari siamo nel mondo che stiamo vivendo, all’edificio. Si cerca di capire chi sono oggi le figure non più “dipinte ad olio” che costituiscono gli esempi di una nuova generazione che cerca comunità di appartenenza per agire e rifiuta figure di eroi distanti dal proprio vissuto.

“È emozionante pensare a uno luogo spirituale e combattente di nuova generazione, e per questo potresti tornare / San Bernardo è stata spogliata di tutte le sue immagini nel corso dei secoli, smontate e dislocate / Qualcuno prima di noi aveva già di sicuro cominciato il lavoro che stiamo portando avanti / Appaiono nuove immagini non dogmatiche. Temporanee e precarie / Le nuove effimere immagini non sono arrendevoli, a loro togliamo l’ideologia e diventano un punto di vista / Anche la purezza è un punto di vista: non esiste cambiamento che non abbia avuto una visione ad ispirarlo”

Dal primo maggio per quattro giornate sarà possibile accedere nella Chiesa di S. Bernardo con i seguenti orari (ingresso gratuito):

Dalle 17.00 alle 21.00 VIDEOINSTALLAZIONE IN LOOP + INTERVENTO SUL FILM LA PASSION DE JEANNE D’ARC DI C.T. DREYER
(Ideazione: Federico Bomba e Luca Poncetta / Performer: Simona Sala / Realizzazione: Luca Poncetta / Suono: Silvio Marino)

Dalle 19.30 alle 21.00 PERFORMANCE + VIDEOINSTALLAZIONE
(Performer: Simona Sala / Immagini e luci: Luca Poncetta / Suono: Silvio Marino / Scenografia: Simone Alessandrini / Costumi: Valentina Sanna / Regia: Federico Bomba)

La residenza Eresia Bianca è un’anteprima del progetto Jes! del Comune di Jesi e finanziato dalla Regione Marche - www.jesplese.it.
Co-produzione Sineglossa, The Grotowski Institute, con il sostegno di Regione Marche Assessorato alla Cultura, Amat e Teatri di Vetro.

CHIESA DI S.BERNARDO / Studio per le arti della stampa V.Valle 3 JESI
info: 0731.64272 - INGRESSO GRATUITO








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2013 alle 17:21 sul giornale del 30 aprile 2013 - 1583 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Mmu





logoEV
logoEV