Quantcast

Chiaravalle: Brandoni (Prc), “caro Costantini, pochi fronzoli sull’urbanistica, servono i si ed i no!”

Giuliano Brandoni 2' di lettura 13/05/2013 - Tra calunnie, mezze verità e una straordinaria confusione sintattico grammaticale, Damiano Costantini svicola dai fatti e dalle questioni.

Solo a beneficio dei cittadini, si sappia che il mio partito e io abbiamo cercato in questi mesi, l’abbiamo dichiarato e scritto, di costruire le condizioni a Chiaravalle per una svolta politico amministrativa chiara ed evidente, l’abbiamo fatto proponendo a chi con noi aveva costruito la lista “Sinistra Arcobaleno” di ricominciare da lì, ricevendo spallucce e dinieghi, l’abbiamo fatto chiedendo al Pd un confronto di merito, alla luce del sole ribadendo il nostro giudizio severissimo sull’amministrazione da loro guidata e ottenendo come risposta la difesa di quelle scelte e di quell’azione amministrativa, l’abbiamo tentato interloquendo con la cosiddetta società civile che, purtroppo, ha mostrato poco coraggio non accettando la sfida di una proposta aperta fatta di nuove energie e importanti esperienze, alla fine abbiamo deciso di mettere a disposizione della città le nostre lotte, la nostra storia, il nostro impegno e soprattutto la coerenza che non è qualità diffusissima nella nostra città visto quanti trasmigrano da un partito all’altro, viste le liste arcobaleno dove chi vanta l’iscrizione all’Anpi, sta insieme a chi ostenta foto e abbracci con Gianfranco Fini, o quanti entrano ed escono dai partiti a cicli periodici forse perché gli si impiglia l’ex “eskimo ribelle” nella porta girevole.

Il merito è un altro invece: le scelte urbanistiche dell’amministrazione Montali, dall’adesione alla quadrilatero, agli atti sulle aree ex Cral e Consorzio che stanno permettendo richieste come il progetto della società Servizi srl, che determineranno questo è il nostro giudizio, fatti gravissimi. Noi per parte nostra abbiamo detto: disdire l’adesione alla quadrilatero, realizzare un nuovo piano regolatore, stoppare le scelte della giunta Montali (quella del PD il suo principale sostenitore).

La domanda, oggi, in piena campagna elettorale, è spontanea: cosa propone la coalizione PD-SEL? Costantini, vorrà, se mai eletto, cancellare quelle scelte, o declinerà futuri e condizionali (i congiuntivi gli restano ostici)? La risposta dovrebbe essere semplice, comincia, evangelicamente, con un si o con un no. Tutto il resto è fariseismo.


da Giuliano Brandoni
Candidato alla Carica di Sindaco di Chiaravalle nella lista del PRC





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2013 alle 12:50 sul giornale del 14 maggio 2013 - 2112 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, giuliano brandoni, prc

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/MSJ





logoEV
logoEV