La Sagra del Pesce del Cesano rovinata dalla maleducazione di certi fumatori

1' di lettura 02/06/2013 - Sabato sera mi sono recato a Cesano per l'ormai storico appuntamento con la Sagra de Pesce. La mia serata però è stata rovinata dal comportamento di alcuni maleducati.

Alla Sagra del Pesce si possono gustare ottimi piatti di pesce ad un prezzo ragionevole. Così dopo aver ritirato il mio cibo mi sono seduto con alcui amici in uno dei tavoli predisposti sotto i tendoni.

Dopo pochi bocconi però il profumo delle pietanze è stato sovrastato dall'odore acre del fumo di sigaretta. Mi sono guardato intorno e ho visto più di mezza dozzina di persone fumare incuranti delle persone intorno a loro. Vi allego a titolo di esempio alcune foto di scarsa qualità che ho scattato con il cellulare in pessime condizioni di luce. Vi prego di oscurarne i volti.

Non mi dilungherò sui danni del fumo passivo. Questa volta non mi interessano, mi interessa solo il mio pesce arrosto rovinato da quel cattivo odore.

Il tendone non è uno spazio chiuso quindi la legge non vieta di fumarci sotto quindi non mi restavano che due scelte: sopportare il fumo o alzarmi in piedi e mangiare il mio pesce in mezzo alla piazza. Ho scelto la seconda ipotesi.

Non credo che l'anno prossimo tornerò a Cesano, ed è un peccato.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-06-2013 alle 14:58 sul giornale del 03 giugno 2013 - 24022 letture

In questo articolo si parla di attualità, cesano, fumo, Sagra del Pesce, un lettore di Vs, maleducazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/NHC


Daria Utente Vip

02 giugno, 18:57
È vero che fumare sotto un tendone non è reato.
È vero anche che mangiare con qualcuno che ti fuma intorno è davvero fastidioso (oltre che molto, molto nocivo per la salute).

Ma per fortuna è anche vero che alla sagra del pesce ci sono due tendoni. Gli organizzatori potrebbero con facilità invitare a non fumare sotto uno dei due lasciando l'altro ai fumatori. Il problema sarebbe facilmente risolto.

Io sono un fumatore, e cerco di disturbare il meno possibile gli altri, soprattutto durante i pasti, anche all'aperto. Ricordo però un fatto che mi è capitato qualche anno fa: ero in un ristorante a Montepulciano Stazione e, poco prima che mi servissero la tanto attesa "fiorentina" come solo da quelle parti sanno fare, è arrivata una coppia che si è accomodata in un altro tavolo poco lontano. Ebbene, la signora si era talmente "inzuppata" di un profumo dolciastro che ha inondato tutta la sala. Ho mangiato la fiorentina con disgusto, perchè ad ogni boccone mi entrava in bocca quel profumo intenso ed estremamente sgradevole. A quando un divieto anche per le persone troppo profumate o troppo puzzolenti perchè si lavano poco?

la struttura è coperta solo sopra quindi è consentito fumare, mi sembra al quanto inutile fare un articolo, se delle persone che fumano in un luogo consentito.... da parte di un non fumatore

raffaele ciccarella

03 giugno, 06:52
ciao a tutti la soluzione è mettere il prezzo di un pacchetto di sigarette a 30euro

bruno b

03 giugno, 07:00
hai proprio ragione oggi la maleducazione regna sovrena non c'è più rispetto per gli altri

tex53 Utente Vip

03 giugno, 08:04
No comment...pubblicare un articolo su una idozia del genere..io dove mi è consentito fumo, dove non lo è no (e ormai sono ben più gli spazi chiusi ai fumatori che quelli aperti..)a chi non sta bene si sposti lui o lei..cara o caro lettore..io fumo 5 o 6 sigarette al giorno ma se quando ne ho voglia non posso più fumare nemmeno all'aperto..

Kit Utente Vip

03 giugno, 09:05
Il problema è la mancanza di buon senso da ambo le parti. Mi spiego, io ho smesso di fumare da circa 7 anni (e confesso che mi ha sempre dato fastidio il fumo passivo e a tavola) e capisco perfettamente il fumatore, che sotto il tendone all'aperto non ha saputo resistere è ha acceso. Sarebbe bastato guardarsi intorno e rendersi conto che c'erano decine di persone che stavano mangiando, percio' si sarebbe dovuto alzare e andare a fumare fuori dalla portatata di chi mangiava.Chi mangiava non fumatore, con garbo avrebbe potuto chiedere al fumatore di alzarsi e andare a fumare fuori, ma........lo so' lo so'......la cosa sarebbe sicuramente degenerata!!!!

L'articolo è piacevole. Consono a ciò che i lettori si aspettano di leggere. Finchè ci saranno le persone arroganti, poco sensibili, nè consapevoli (leggi tex53, leobi) il fumo sarà sempre un problema per tutti...

pezzo de articolo!

domani ne voglio uno sui venditore di rose (che poi puzzanoi pure loro), poi uno su chi nn si lava i denti...

Velocipede

03 giugno, 12:01
E' una grande maleducazione fumare in faccia alla gente indipendentemente dai divieti o meno. Basta un po' di buon senso e pensare che agli altri può non piacere.
Nessuna legge vieta di scoreggiare a tavola.....a buon intenditor, caro Tex53....

Chi fuma molte volte non si preoccupata di chi gli sta intorno!
@Daria : buona idea.. chissà se agli organizzatori la prenderanno in considerazione ( anche se credo che a loro interessa solo la vendita di pesce..)

ragazzi è una sagra.

si incontrano le persone maleducate, quelle sporche, quelle brutte, quelle rumorose... se volete stare tranquilli prendete da asporto e andate a casa.

A me sinceramente danno piu' fastidio i bambini che fanno casino, non controllati dai genitori, molto + incivile del fumo all'"aperto"

Questione di gusti.

Evidentemente ai fumatori non darebbe fastidio se il vicino commensale ruttasse e scoreggiasse.

La prossima volta ci provo, vediamo cosa ne pensa "il fumatore" (che mette sullo stesso piano una sigaretta puzzolente con un profumo).

A qualcuno potrebbe, durante il pasto, dare fastidio sentire l'odore del fumo di sigaretta, ma qualcuno parla di reato (che non c'entra nulla, dato che i reati sono violazioni al codice penale) o di non-divieto.

E' evidente il livello di strafottenza e di maleducazione di costoro, tipico della zona di senigallia, dove persino le capre sono più educate di alcuni "cittadini".

Comunque sia, io di solito evito queste sagre di gente un po' particolare, proprio per evitare di incontrare persone a cui, volentieri, insegnerei l'educazione, dato che ne i genitori ne la scuola l'ha insegnata loro.

Questo articolo, nella sua semplicità, ha molta più valenza di tante altre discussioni veramente inutili. Il rispetto per la salute altrui è imprescindibile. Il fumo della sigaretta è veleno, nessuno può obbligare nessuno ad avvelenarsi involontariamente.
Da ex fumatore sono consapevole di cosa dico, conosco il piacere che mi dava la sigaretta e conosco altrettanto bene i danni che ha causato al mio fisico. I danni stravincono alla grande.

wald Utente Vip

04 giugno, 00:29
...ma la puzza di sudore provoca il cancro????

Velocipede

04 giugno, 00:50
Ne la puzza di sudore ne le scoregge provocano il cancro e quindi anche il fumatore che avesse da lamentarsi per una loffia, tra un fritto ed un insalata, non potrebbe argomentare più di tanto. C'è da dire però che non credo siano stati fatti studi scientifici sulla tossicità di alcune delle mie e che testerò alla prossima sagra. Dovrebbe essere il Vallon Fest!

Stefano Manzetti

04 giugno, 01:01
Questo e' un intervento stupido per non dire peggio.rnringrazio da Cesanese il Sg lettore che accostando un comune (ahi noi) grave gesto di maleducazione a una iniziativa con piu di 50anni di storia ha sminuito l'operato di tutti i Volontari Lavoratori della sagra.rnLa maggior parte di questi sono ragazzi poco piu che adolescenti che si sono adoperati, per le due sere di venerdi e sabato e tutto il giorno di domenica (festa nazionale), al meglio delle loro possibilita'.rnSe il prox anno vuole rinunciare alla sagra non ci sono problemi; ci sono ottimi ristoranti con tavoli al chiuso: attenzione se ne assicuri bene, perche' anche nei ristoranti con tavoli all'aperto e' consentito fumare...

da buon volontario della sagra fin da bambino:
tu che vieni alla sagra per mangiare "l'ottimo cibo" che io come tanti altri cucino, dopo aver passato 3 giorni sopra alle griglie roventi, quest'anno come gli altri anni, rinunciando ad un ottimo fine settimana per permettere alla sagra stessa di andare avanti negli anni, arrivi tu, anonimo, che fa un articolo su vivere senigallia e poi addirittura sul corriere adriatico, sull'inciviltà di qualche cliente e ne crei un vero e proprio scandalo SPUTTANANDO tutta la festa sei un incivile, più tu che i famigerati fumatori. Sono ben felice di sapere che il prossimo anno non dovrò cucinare a gente come te senza nulla togliere agli amanti della festa e del buon cibo da noi servito, bastava solamente una piccola voce ad un volontario qualsiasi. maleducato

un Lettore di VS (autore dell'articolo)

04 giugno, 19:51
Gentile mipa92,
non era mia intenzione "sputtanare" una festa, che ho scritto di apprezzare in più punti della mia lettera. Il mio rammarico è infatti che una così bella festa sia rovinata da pochi incivili.

Non vedo né in cosa io sia stato maleducato né come un volontario qualsiasi avrebbe potuto risolvere la situazione. Tra l'altro ne ho visti parecchi chiacchierare con i fumatori senza dir nulla.

PS: grazie per il tuo lavoro alla festa.
PPS: al Bugiardone io non ho mai scritto.

MATTEO

05 giugno, 21:31
Io ho smesso di andare alle sagre da tempo, è una fatica c'è una gran confusione mi sembra di tormare al tempo del militare..ma chi ce lo fa fare ??
un firtto di pesce congelato magari costa il 20-30% in meno che al ristorante ma le porzioni sono risicate e il servizio nullo.
Meglio sedersi con le gambe sotto il tavolo e farsi servire nei piati di cermica per pochi euro più...e non immattersi nell'inciviltà della gente




logoEV