x

Chiaravalle: FAI, “i cittadini han fatto sentire la loro volontà di difendere l’Ospedale”

FAI - Federazione Anarchica Italiana 1' di lettura 03/06/2013 - Una bella testimonianza di determinazione nel voler difendere la salute pubblica. Questa è stata la manifestazione fatta a Chiaravalle sabato 1 giugno ed organizzata dai comitati che lottano contro la ristrutturazione selvaggia del locale ospedale.

Presenti il neo-eletto sindaco di Chiaravalle, e politici locali e regionali, schieramenti vari a briglia sciolta che se fossero stati un po’ più organizzati e decisi in passato forse non si sarebbe arrivati al saccheggio attuale dell’ospedale a favore di altre aree, strutture, bacini elettorali e compatibilità varie. Su tutti, le persone che hanno fatto sentire la loro voce in piazza e che rimettono in discussione le decisioni forzate e inique della Regione. C’è un margine di trattativa per evitare lo scempio? Risponderà la Regione con i suoi politici a coloro che sono loro diretti datori di lavoro: gli elettori della Bassa Vallesina? O prevarranno interessi di classe e di mercato? Durante l’iniziativa i comitati hanno distribuito un volantino fatto di dati e cifre in cui si vedono chiaramente i diversi trattamenti operati nella ristrutturazione dei 13 piccoli ospedali, a dimostrazione che la regione deve tornare sui suoi passi. Lo farà? Basterà la sospensiva di un ricorso al Tar? Si dovrà occupare l’ospedale? Tante, troppe le domande, la Regione non creda di poter continuare a rispondere con l’arroganza dimostrata e l’iniquità operata. I cittadini, gli utenti e i lavoratori sabato scorso hanno manifestato che non accetteranno più di essere presi in giro e considerati di serie B. Noi, continueremo ad essere al loro fianco.


da FAI – Federazione Anarchica Italiana
Gruppo “Michele Bakunin” – Jesi
Gruppo “Francisco Ferrer” – Chiaravalle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2013 alle 16:30 sul giornale del 04 giugno 2013 - 1156 letture

In questo articolo si parla di attualità, FAI - Federazione Anarchica Italiana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/NKC