x

Chiaravalle: Morosini, “cosa fare per l'ospedale. Fatti non parole!”

Pierpaolo Morosini 2' di lettura 03/06/2013 - La grande partecipazione di popolazione alla manifestazione di sabato 1 giugno, testimonia come il tema della sanità ed in particolare del ruolo dei territori nella gestione della sanità marchigiana sia fortemente sentito. Il problema, motivo per cui non ho partecipato alla manifestazione, è che la protesta finisce ed è finita in mano alla demagogia politica e ai loro imbonitori e ingannatori di piazza.

Ripeto quanto detto in V commissione. Quando il ruolo di confronto con le istituzioni lo assume un comitato di cittadini, significa che la politica ha fallito e non ha un ruolo di guida e di proposta. Allora conservare la poltrona è l'unico obiettivo. E' colpa mia? No è colpa tua! forse è colpa di Morosini e della sua lista civica! AMEN, così sono tutti contenti!

L'unico modo per salvare l'Ospedale é far ritirare la legge o far bocciare la legge in consiglio. Non penso proprio che Chiaravalle abbia questa forza politica. Anche perché il neo sindaco, checché ne dica lui, è compare e sodale con la giunta. I sindaci del territorio dovrebbero dimettersi ma giocano allo scarica barile. Perfino FLI che non c'è più, no anzi sta con Costantini, si dimentica di che cosa affermava nel 2011. Avete vinto! Quindi? non contate niente come prima? O non avete mai contato nulla e con la finta chiusura delle porte al PD regionale avete preso per i fondelli ancora una volta i vostri concittadini.

Allora mi rivolgo a quelle poche persone di buona volontà che, presa coscienza del fallimento della politica attuale, voglia collaborare ad una proposta seria di riforma sanitaria basata su tre punti:

1) Ruolo degli ospedali

2) Ruolo del territorio

3) Ruolo dell'Università nella preparazione e formazione continua degli operatori.

Chiaravalle ha ancora un possibilità per avere un ruolo nella gestione sanitaria territoriale. Se non si inserisce ora in un progetto ricostruttivo e di diversificazione finirà per essere come i tanti comuni che già ora non hanno ruolo o lo hanno perso perché non sono stati capaci di gestire il cambiamento.

Mi rivolgo quindi a tutti gli uomini di buona volontà del comitato (operatori e no) per cercare di ricostruire un ruolo alla città di Chiaravalle nella gestione sanitaria.

A tutti gli uomini di buona volontà che vogliano scrivere con noi una proposta ed un progetto da trasformare in una proposta di legge regionale di iniziativa popolare porgo l’invito a partecipare a partire da mercoledi 12 giugno ai nostri meet-up (seguire il link per iscriversi: http://www.meetup.com/Movimento-5-Stelle-Chiaravalle/) o al nostro Blog http://www.listacivicacinqueideeperchiaravalle.it/blog

Tutto il resto sono parole vuote, anche perché i nemici sono fra voi mascherati da amici (i famosi ladri di Pesaro e non aggiungo altro).


   

di Redazione





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2013 alle 17:17 sul giornale del 04 giugno 2013 - 1399 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/NKZ





logoEV
logoEV