x

SEI IN > VIVERE JESI > CRONACA
articolo

Si fingono impiegata dell'INPS e volontaria per raggirare anziani a Polverigi e Camerano. Nei guai due rom residenti a Jesi

2' di lettura
1180

di Micol Misiti
redazione@vivereancona.it


violenza su anziani
Si finge impiegata dell'INPS e raggira anziana. Due i furti accertati. Una terza vittima sventa il tentativo con le urla e mette in fuga la ladra. Raffica di truffe e furti in abitazione ai danni di anziani a Camerano e Polverigi.

Una pensionata di 80 anni, M.G., è stata vittima di un raggiro e di un furto nella sua casa, domenica pomeriggio, in via Quarto a Camerano. Una bella donna si è presentata presso la sua abitazione, dicendo di essere una dipendente I.N.P.S. e di dover effettuare urgentemente un controllo sulla documentazione pensionistica. Con questo stratagemma, la sconosciuta è riuscita a guadagnare la fiducia della signora, ad entrare in casa e ad impossessarsi di gioielli d’oro e denaro contante, custoditi in camera da letto, per un valore pari a 5mila euro. La truffatrice è stata identificata dai carabinieri di Camerano, per la 38enne, L.M. di etnia rom e residente a Jesi, nullafacente pregiudicata.

La stessa ladra ha colpito, con analogo modus operandi, alle ore 19:15, presso l’abitazione di un anziano di 88 anni, in via Bianchi a Polverigi. L’uomo, B.A., pensionato nato ad Ancona ha raccontato ai carabinieri di Agugliano che la donna si è presentata presso la sua abitazione come assistente sociale del Comune di Polverigi. La truffatrice è riuscita anche questa volta a guadagnare la fiducia dell’anziano, a entrare in casa e a prendere gioielli e denaro, custoditi in camera da letto, per un valore pari a 9mila euro.

Sempre domenica, un altro tentativo di furto in abitazione è stato effettuato, intorno alle 18:15, in via Garibaldi, a Camerano. Una donna si è presentata presso l’ abitazione di V.G., pensionata di 75 anni, dicendo di effettuare una raccolta di vestiti e di materiali d’arredamento in disuso. Questa volta, l’anziana non si è fidata e ha incominciato a urlare, riuscendo a mettere in fuga la malvivente. La ladra è stata identificata dai carabinieri per T.S., 46enne di etnia rom, residente a Jesi nullafacente e pregiudicata.

Per le due rom, rimaste irreperibili, è scattata la denuncia in Stato di Libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, per il reato di "Furto aggravato in abitazione", nonché la proposta per l’irrogazione del provvedimento amministrativo del Foglio di Via dal Comune di Camerano.



violenza su anziani

Questo è un articolo pubblicato il 03-06-2013 alle 13:09 sul giornale del 04 giugno 2013 - 1180 letture