x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Chiaravalle: Bucciarelli offre disponibilità al confronto con i cittadini per l'ospedale

1' di lettura
1309

da Raffaele Bucciarelli
Consigliere regionale Federazione della Sinistra


raffaele bucciarelli
La controriforma sanitaria della giunta Spacca trova, giustamente, nei territori la mobilitazione dei cittadini e della società a difesa dei presidi della salute pubblica.

Questa mobilitazione è ricca di proposte e di iniziativa. Quella consultazione popolare, il necessario confronto con le istituzioni locali, la verifica dei bisogni dei territori e dell’efficacia del sistema che avrebbe dovuto essere l’azione propedeutica ad ogni nuova proposta organizzativa, ora i cittadini se la stanno riprendendo con la partecipazione attiva. Così a Fossombrone, come prima a Cagli e adesso ovunque nella regione. Proprio sabato scorso a Chiaravalle c’è stata un’affollata manifestazione a testimonianza che nella bassa vallesina il presidio ospedaliero “Maria Montessori” è per i cittadini garanzia di buona sanità e, come i dati testimoniano, di efficacia e di eccellenza. Non solo, la sua specificità, di unico presidio sanitario in area Aerca (area ad elevato rischio ambientale), ne richiederebbe il rafforzamento ed una più mirata progettualità. In questo contesto compito di chi rappresenta i cittadini in consiglio regionale è quello dell’ascolto, della partecipazione, del farsi strumento per portare in consiglio regionale quelle esigenze, quella proposta e quella discussione. Il fatto che i comitati abbiano elaborato una proposta da sottoporre alla discussione del consiglio regionale e che le forze politiche del territorio sollecitino l’incontro con i consiglieri regionali eletti nella provincia, è di grande importanza, in questo senso la mia disponibilità a partecipare a questo confronto, a portare il mio contributo e il mio impegno è totale; mi auguro che diventi comune a molti.



raffaele bucciarelli

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-06-2013 alle 17:51 sul giornale del 05 giugno 2013 - 1309 letture