x

Lettere: pronto soccorso da potenziare

Lettere 1' di lettura 27/06/2013 - Alcuni giorni fa ho trascorso circa 5 ore nella sala di attesa del pronto soccorso dell’ospedale di Jesi. Dall’arrivo alla partenza ho potuto vedere un flusso continuo di persone da assistere (chi è arrivata con propri mezzi e chi in ambulanza).

Da cittadino, inesperto dei problemi della sanità, ho però maturato la convinzione che il pronto soccorso può essere considerato un vero reparto che sicuramente merita una maggiore attenzione e la massima funzionalità. Credo che debba essere potenziato e rivalutato professionalmente. Occorre renderlo operativo al massimo eliminando le code di attesa indipendentemente dalla gravità della patologia. Diventa infatti molto importante il primo contatto con il cittadino-utente e quindi occorre fare il possibile per raggiungere l’obiettivo di dare una risposta immediata.

Gianfranco Pigliapoco






Questo è un articolo pubblicato il 27-06-2013 alle 16:23 sul giornale del 28 giugno 2013 - 1402 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/OLm