Quantcast

Chiaravalle: i comitati incassano il sostegno dei frequentatori della Notte Bianca per l'ospedale

Ospedale di Chiaravalle 1' di lettura 03/07/2013 - La presenza del gazebo dei comitati di difesa dell'ospedale di Chiaravalle durante la Notte bianca di sabato scorso ha riscosso un notevole interesse di pubblico e segni tangibili di solidarietà con la lotta che si sta portando avanti.

Un fatto non scontato in un contesto di festa come quello della Notte bianca, eppure la condivisione di centinaia di persone si è resa visibile quasi al pari di una manifestazione. Segno dell'importanza che la popolazione di Chiaravalle e della Bassa Vallesina riconosce sul piano sanitario all'ospedale minacciato di chiusura. In merito siamo contenti che continui anche l'impegno delle istituzioni locali sulla strada del ricorso al Tar contro la delibera regionale di riconversione, sulla strada del coinvolgimento della popolazione locale con il prossimo consiglio comunale aperto dell'8 luglio, presso la Croce Gialla di Chiaravalle – ore 17 -, alla ricerca sempre di un confronto con la Regione, verso cui da più parti arrivano le proteste, e non solo dai piccoli ospedali, ma anche da Jesi, Senigallia, Osimo. Il messaggio che viene dalla popolazione marchigiana, è chiaro: la riforma sanitaria regionale è un pasticciaccio bruttissimo da cui si deve ritornare indietro, cancellare le storture e le iniquità create, confrontarsi con lavoratori e cittadini sulla definizione dell'offerta sanitaria da erogare. Questa è la via maestra. Per quello che ci riguarda tale rimane e non accettiamo i rifiuti irresponsabili da parte della Regione. La lotta continua.

Comitato Lavoratori ospedale di Chiaravalle
Comitato cittadino per la sanità locale e per la difesa dell'Ospedale di Chiaravalle






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-07-2013 alle 15:29 sul giornale del 04 luglio 2013 - 847 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/O18