Quantcast

Tornano i concerti dei ragazzi del Magnificat di Padre Pierucci

Padre Armando Pierucci 2' di lettura 17/07/2013 - L’altra sera sono iniziati i concerti nelle Marche dei ragazzi della scuola Magnificat di Gerusalemme accompagnati dal francescano padre Armando Pierucci. Il primo concerto di flauto, chitarra e piano è stato a Marotta al circolo velico mentre ieri sera, mercoledì 17 luglio, padre Pierucci ha tenuto un concerto presso la chiesa parrocchiale di Rosora. Giovedì 18 luglio alle ore 21 sempre i ragazzi del Magnificat si esibiranno nel cortile di palazzo Conventati a Macerata.

Maya Dabit e Shirin Abd El Nour (13 e 15 anni, alla chitarra), Hadeel Sabat e Carlos Rofa (16 e 18 anni, al flauto) e Maria Neishdat (29, pianoforte) giovani ragazzi palestinesi ed ebrei, ma già musicisti esperti, sono teenager, appartenenti a etnie e religioni differenti, che mostrano come l’amore per la musica è in grado di superare tutti i muri e divisioni. Gli allievi eseguono un repertorio di diciotto brani, tra cui spiccano opere di Debussy, Bach, Chopin, Corelli e Händel.

L’istituto Magnificat, giunto quest’anno al diciottesimo anno di attività, conta tra i suoi studenti oltre trecento allievi. La scuola è aperta ad insegnanti, studenti, personale ausiliario e fruitori senza discriminazione di lingua, razza, religione o paese di provenienza: si possono trovare mescolati israeliani, palestinesi ed armeni di religione ebrea, cristiana o mussulmana. La musica non è lo scopo unico dell’insegnamento ma il mezzo attraverso il quale si educa al dialogo e alla convivenza pacifica.

I cinque concerti che terranno fino a sabato prossimo (dopo Macerata, venerdì saranno a Monsano alla chiesa degli Aroli ore 18,30 e sabato a Cupramontana alel ore 21 nel chiostro Fileni) sono realizzati dalla scuola Magnificat di Gerusalemme per ringraziare i cittadini marchigiani, le autorità regionali ma soprattutto il premio Vallesina onlus di Jesi che si è fatto promotore di una iniziativa che ha coinvoltola regione Marche ed il comune di Maiolati Spontini (dove è nato padre Pierucci) che ha permesso con oltre 350 mila euro di danaro di ristrutturare la scuola Magnificat che viveva e vive tuttora in un sottoscala di un brefotrofio in locali umidi, malsani e pieni di umidità. Con l'intervento del premio Vallesina onlus ora la scuola Magnificat ha ora locali con sale da lezione insonorizzate, aria condizionata calda e fredda e una sala concerti completa di tutte le tecnologie moderne; ma soprattutto ampi spazi totalmente bonificati e resi dignitosi da questi interventi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2013 alle 12:50 sul giornale del 18 luglio 2013 - 1815 letture

In questo articolo si parla di cultura, Nicola Di Francesco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/PxZ





logoEV