A Senigallia troppe biciclette senza segnalazione luminosa, la denuncia di un cittadino

bicicletta 1' di lettura 19/07/2013 - Senigallia è una bellissima città che come quasi tutte le città, soprattutto a vocazione turistica, presentano un traffico veicolare intenso.

E’ tuttavia una città che si gira benissimo in bicicletta; la bicicletta è pertanto un mezzo di locomozione diffusissimo. Il problema è di sera. Il 90% delle biciclette non ha alcuna segnalazione luminosa e spesso neppure il catarifrangente posteriore. Il rischio di incidente è elevatissimo.

Da anni mi pongo la domanda di come mai non esiste un servizio di vigilanza notturno mirato a sanzionare i ciclisti fuori legge. La coppia di lampade a batteria applicabili al manubrio e al canotto della sella, come quelle che adotto io, costa circa 6 Euro. Non è quindi un ostacolo di tipo economico, ma è solo un cattivo comportamento che, prima di tutto, danneggia il ciclista.

Vi ringrazio per l’attenzione e mi auguro che vogliate mettere in atto concreti provvedimenti. Purtroppo molti si adeguano solo se toccati nel portafoglio.


da Giancarlo Maria Anselmi
un cittadino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-07-2013 alle 16:51 sul giornale del 20 luglio 2013 - 6837 letture

In questo articolo si parla di attualità, bicicletta, senigallia, Giancarlo Maria Anselmi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PEP





logoEV