Quantcast

Chiaravalle: Pd, anche l'Ospedale di Chiaravalle può avvantaggiarsi di un ritorno di Cingoli all'AV 3

Partito Democratico Chiaravalle 1' di lettura 23/07/2013 - Il Partito Democratico di Chiaravalle desidera sottolineare l’importanza e la possibile efficacia della proposta di legge “Modifiche alla legge regionale 20 Giugno 2003 (Riorganizzazione del servizio sanitario nazionale)” presentata dai consiglieri regionali PD Enzo Giancarli, Angelo Sciapichetti, Fabio Badiali e Gianluca Busilacchi.

Nella mozione si prospetta di ricondurre Cingoli all’area vasta della Provincia di appartenenza (ossia l’Area Vasta 3 composta da Civitanova Marche – Macerata – Camerino), in modo da permettere una più razionale e funzionale riorganizzazione dell’Area Vasta 2. Da questa rimodulazione trarrebbe vantaggio sia Cingoli, a cui verrebbe riconosciuta la specificità di struttura sanitaria afferente ad area montana (come nei casi di Pergola ed Amandola), sia tutta la zona della Bassa e Media Vallesina e dell’area AERCA ad alto rischio di crisi ambientale, che sarebbero così in grado di migliorare l’efficienza delle strutture sanitarie presenti, dalla prevenzione alle emergenze, alla cura, ai servizi al territorio e alla lungodegenza. Auspichiamo che in questa ipotetica ridistribuzione dei servizi si ponga particolare attenzione a quelle realtà, come l'ospedale di Chiaravalle, che questo piano sanitario maggiormente penalizza.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2013 alle 14:14 sul giornale del 24 luglio 2013 - 843 letture

In questo articolo si parla di attualità, chiaravalle, partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/PMA





logoEV
logoEV