x

SEI IN > VIVERE JESI > ECONOMIA
comunicato stampa

Ancona: manifestazione di protesta di Fratelli d'Italia sulla vicenda Banca Marche

2' di lettura
1357

da Fratelli d'Italia


fratelli d'italia

Si è svolta questa mattina ad Ancona davanti alla sede provinciale di Bankitalia di Piazza Kennedy la manifestazione di protesta promossa da Fratelli d’Italia Marche sulla vicenda di Banca Marche.

Un gruppo di aderenti ha esposto striscioni, cartelli sulla questione e distribuito volantini. Molte persone, fra cui alcuni utenti di Bankitalia, hanno espresso apprezzamento e sostegno all’azione.
L’On. Carlo Ciccioli ed il consigliere regionale Francesco Acquaroli, si sono intrattenuti con i giornalisti illustrando il contenuto della protesta.

“Fino al 2012 i bilanci di Banca Marche erano perfetti e c’erano anche gli utili. Nel 2013 emerge un buco di 526 milioni di euro. Ora la Banca rischia il commissariamento, il fallimento o la svendita: il valore delle azioni dei soci ridotto ai minimi termini, centinaia di dipendenti devono essere mandati a casa, per salvarsi deve essere venduta la controllata Carilo insieme alle filiali di tre regioni (Lazio, Umbria ed Emilia Romagna, ben 74 sportelli).
C’È QUALCOSA CHE NON VA!
Dove erano gli organi di vigilanza (Bankitalia e revisori dei conti) negli anni e quali operazioni avevano mascherato i bilanci?
Qual è la responsabilità della Direzione Generale che è stata per più di otto anni il dominus di tutte le operazioni?
Perché sono stati venduti a un fondo e a privati gli immobili delle sedi della Banca, determinando un costo spropositato degli affitti degli stessi?
Perché venivano prestati i soldi solo a pochi grandi clienti oggi tutti inadempienti (oltre 1 miliardo e 400 milioni di euro a soli dieci aziende), mentre artigiani, piccoli imprenditori, commercianti e famiglie non avevano credito?

ORA OCCORRE
1. SALVARE LA BANCA
2. PERSEGUIRE I RESPONSABILI
3. RECUPERARE I SOLDI
4. EVITARE I PREDATORI CHE CON CORDATE, IN CUI SONO PRESENTI ONESTI IMPRENDITORI MA ANCHE NOTI FACCENDIERI ED AVVOLTOI, PENSANO DI SPECULARE SULLE DISGRAZIE DELLA BANCA



fratelli d'italia

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-08-2013 alle 23:35 sul giornale del 03 agosto 2013 - 1357 letture