Novità parcheggi: Memè, 'Tutto l'anno al Navalmeccanico, un progetto per via Tolomeo'

3' di lettura 04/09/2013 - L'autunno porta una novità sul fronte della sosta. Con la fine dell'estate viene potenziata l'offerta di parcheggi a ridosso della città ed altri potrebbero arrivarne, nei prossimi mesi, a ridosso della statale al Ciarnin. Il Comune ha deciso di mantenere e regolamentare con la sosta a pagamento il parcheggi allestito per l'estate nell'ex cantiere del Navalmeccanico.

La giunta ha licenziato la nuova ordinanza che disciplina di fatto l'uso annuale dell'area adibita a sosta. Alla funzione “estiva” che andava dal 25 giugno al 31 agosto con le stesse tariffe applicate sul resto del lungomare (a partire cioè da 1,20 euro l'ora), si aggiunge ora un nuovo tariffario che va dal 1° settembre 2013 al 24 giugno 2014. La sosta a pagamento all'ex Navalmeccanico è dunque aperta tutti i giorni feriali dalle 8,30 alle 19,30. La durata minima del parcheggio è di 30 minuti e al costo di 50 centesimi. Parcheggiare un'ora costerà un euro e un giorno intero soltanto 2 euro.

“La decisione di prorogare la funzione dell'area dell'ex cantiere Navalmeccanico a parcheggio è nata dall'esigenza di dare un'ulteriore risposta alla domanda di parcheggi a ridosso del centro storico -spiega l'assessore ai lavori pubblici Maurizio Memè- anche la regolamentazione tariffaria che abbiamo voluto dare all'area è, per così dire agevolata, simile a quella applicata ai parcheggi del retrostadio in centro”.

É finita invece con l'estate, almeno per quest'anno, l'esperienza della sosta a pagamento alla ex Sacelit. Un'area che in questo momento, in assenza del completamento del sottopasso di via Mamiani, è essenzialmente a sostegno del lungomare. Sul fronte della sosta un'altra novità potrebbe arrivare nei prossimi mesi in via Tolomeo, nell'area compresa tra il camping Summerland e la via situata a ridosso della statale, tra le Saline e il Ciarnin. Il comune ha infatti presentato un progetto con cui concorrere all'assegnazione di fondi regionali da utilizzare per la realizzazione del parcheggio. Il progetto per l’esecuzione dei lavori di “Realizzazione parcheggio in Via Tolomeo”, redatto dall’Ufficio Strade del Comune comporta una spesa di 470 mila euro. Una somma che, qualora il progetto proposto venisse ritenuto ammissibile al contributo regionale, troverà un'adeguata copertura all'interno del bilancio di previsione 2013 e pluriennale 2013-2015 con una conseguente variazione.

“Abbiamo deciso di concorrere all'assegnazione degli appositi finanziamenti regionali stanziati per la realizzazione di parcheggi estivi con un progetto che prevede la creazione di una nuova area sosta a sostegno proprio del litorale sud -prosegue l'assessore Memè- si tratta di un'area importante, che si estende su una superficie di ben 6.200 metri quadri”. Sempre in quanto a sosta “estiva”, da sabato scorso non è più in vigore la sosta a pagamento lungo tutti i 14 chilometri di costa senigalliese. Considerato il bel tempo e la presenza dei bagnanti in spiaggia, parcheggiare sul lungomare, da Cesano a Marzocca, e nelle traverse e parallele delle zone centrali dei lungomare, è dunque ora gratuito. Un incentivo in più per gli avventori settembrini della spiaggia di velluto.






Questo è un articolo pubblicato il 04-09-2013 alle 23:40 sul giornale del 05 settembre 2013 - 3852 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, parcheggi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RkF


Mi domando chi sia il mandante.
A Dicembre, con la bora, chi va a parcheggiare a pagamento all'Ex Navalmeccanico per poi doversi fare 700 metri a piedi per trovare la prima forma di vita?

...e te c'hai ragione... ma non el vedi com' en messi.....?

Parcheggio inutile quello dell'Ex Navalmeccanico, perchè come scrive giustamente "Didimi", voglio proprio vedere chi andrà a mettere la macchina lì con freddo, pioggia, bora o vento in inverno.
Quel parcheggio aveva una valenza in estate vista la posizione, ma ora proprio no.
Molto probabilmente l'idea nasce dal fatto di rimediare in ogni modo possibile qualche euro per le casse comunali visto che hanno raschiato il fondo del barile e visto che i bilanci, a Senigallia, vengono fatti quando non si sa mai nulla e poi, immancabilmente, vanno rivisti e corretti più volte, sintomo questo che denota una certa "ignoranza" sul tema, l'Assessore Paci (SEL) ci ha più volte stupito con le sue previsioni totalmente errate.

Roberto Curzi

05 settembre, 09:18
Per le sue caratteristiche in inverno quel parcheggio non può che essere gratuito, sarebbe funzionale se ci fosse il collegamento con via Mamiani, così com'è il blu delle strisce è inchiostro sprecato. Vorrà dire che continuerò a parcheggiare gratuitamente in via della Darsena, via Mamiani o via Costa.

Vitale V.

05 settembre, 10:56
Quoto il commento di didimi aggiungo anzi che per tornare alla macchina si dovranno percorrere altri 700 metri in senso contrario (totale 1.400).
Voglio proprio vedere chi lo farà!
Sicuramente non le massaie con la spesa, e sicuramente nemmeno gli "ideatori" di questo parcheggio.

Fatemi capire:

Hanno abbattuto una struttura per farci un parcheggio (che già dimostra le priorità) e adesso lo vogliono pure fare a pagamento 12 mesi su 12?

L'unico vantaggio, quando c'è la bora, sarà che gli extra non vengono a elemosinare i soldi.

Complimenti al comune per la gestione dei parcheggi (a pagamento), un vero esempio di logica e di servizio al cittadino.

Continuate cosi che andate forte.

al Navalmeccanico in inverno non ci andrebbe quasi nessuno se fosse gratis. figuriamoci a pagamento. mi viene il dubbio, visto che cassa non ne faranno, che sia per aumentare il dato statistico sul numero dei parcheggi.

Ci dovrebbe essere una motivazione, ma è anche più assurda.
Nel parcheggio antistante la Lega Navale, nonostante ci siano le righe bianche, hanno preteso dai soci (già autorizzati all'ingresso) il pagamento di Euro 60 annuali per parcheggiare (quella è area portuale). L'accesso al parcheggio del Navalmeccanico è attraverso l'area portuale (genialità) e quindi anche quel parcheggio "doveva" essere a pagamento.

Qualcosa mi dice che sarà il parcheggio a pagamento più vuoto che ricorderà la storia dei parcheggi: quantomeno d'inverno, chiaramente, perchè d'estate la solfa sarà sicuramente diversa.
Paradossalmente, a confronto, risulta comodissimo (e gratis) quello nell'ansa del fiume!
Strano, ero convinto che almeno avrebbe avuto la tariffazione come quelli del lungomare, anch'essi "blu" ma gratis in inverno, proprio perchè troppo distanti dal centro.
Mi chiedo se ci saranno comunque dei parcheggi "liberi" in quell'area, senza conteggiare quelli del lungomare.




logoEV