Area camper in via Podesti a 10 euro al giorno: Paradisi, 'Una follia'

Roberto Paradisi 2' di lettura 05/09/2013 - Chiedere ai camperisti - come ha intenzione di fare l’Amministrazione - la somma di 10 euro per sostare in un’area di asfalto assolata, non alberata, in cui si respirano le polveri e lo smog della strada statale adiacente, in cui i camper stessi tremano ogni volta che transita un tir ed in cui non vi è alcun servizio igienico è una follia amministrativa finalizzata ad allontanare il turismo plein air da Senigallia.

E’ la ciliegina sulla torta di una stagione turistica fallimentare in cui l’afflusso dei visitatori si è concentrato in soli venti giorni di agosto. Non so chi ispira le politiche turistiche di questo Comune, ma una cosa è certa: la lungimiranza è merce rara a palazzo.

In Commissione turismo, per una volta, eravamo riusciti – con la mia mozione sul turismo plein air – a mettere d’accordo maggioranza e opposizione. Con la preziosa collaborazione del consigliere di maggioranza Luciano Quagliarini e, devo dire, la disponibilità reale (per una volta) dell’assessore Ceresoni, avevamo condiviso un progetto ambizioso per il turismo plein air che passa per la realizzazione di due nuove importanti aree attrezzate per i camper, posizionate in modo strategico (e non a ridosso della Statale), con realizzazione di servizi igienici ed aree picnic. Aree verdi, adatte per un turismo che garantisce ancora afflussi importanti dove viene apprezzato e incentivato.

In quelle future aree sarà senza dubbio possibile chiedere anche 10 euro al giorno. Non ora. Non in quel fazzoletto di asfalto maleodorante e inospitale di via Podesti. Se il problema è il consumo dell’acqua (unico servizio messo a disposizione dei camperisti), si metta un impianto a gettone. Ma non si chiedano cifre spropositate a fronte di un servizio inesistente. Perché l’unica conseguenza, sarà quella di perdere un’altra fetta di turismo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2013 alle 12:13 sul giornale del 06 settembre 2013 - 3313 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, coordinamente civico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Rk9