Quantcast

Maiolati: Moie ricorda i 90 anni della dotazione del forno Hoffmann alla Fornace

biblioteca La Fornace 1' di lettura 14/12/2013 - Le fornaci di laterizi hanno rappresentato nel territorio significative realtà economiche che hanno creato occupazione e lavora per la gente. Tra gli opifici più rilevanti e che hanno dato un’identità al territorio c’è da annoverare la fornace di laterizi di Moie.

Già attiva nei primi anni del secolo scorso, la fornace è ora un moderno e fiorente centro culturale. Sono stati molti i cittadini di Moie che hanno lavorato, pur con mille difficoltà, alla fornace. Ciò che ha reso l’opificio uno dei più importanti delle Marche è stata la dotazione, nel lontano 1923, del forno Hoffmann. Il forno, allora all’avanguardia, fu creato dal tedesco Friedrich Eduard Hoffmann ed era utilizzato, con funzionamento continuo, per la cottura dei laterizi.

La fornace di Moie allora era di proprietà del prof. Eugenio Mazzarini che diede un significativo impulso alla fabbrica dotandola, appunto, del sistema Hoffmann. La fornace segnò a quel tempo una vera e propria svolta nella produzione dei materiali da costruzione andando a sostituire le obsolete fornaci intermittenti che non garantivano una produzione costante.

A Moie in questi giorni sono in tanti a ricordare i 90 anni dell’arrivo del forno Hoffmann che caratterizzò un periodo fecondo per la cittadinanza sia a livello occupazione che sociale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-12-2013 alle 19:21 sul giornale del 16 dicembre 2013 - 1870 letture

In questo articolo si parla di attualità, moie, biblioteca la fornace, forno hoffmann

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/V3W





logoEV
logoEV