Quantcast

Monte S. Vito: Sassi (Pdl), 'Casa protetta, vogliamo la verità'

Il Consigliere Giorgio Sassi 2' di lettura 30/12/2013 - Come ogni anno in occasione delle feste natalizie ho portato un saluto agli ospiti e ai loro famigliari della “casa protetta”. Un atto dovuto che aveva anche lo scopo di verificare lo stato di efficienza della struttura e di soddisfazione degli ospiti.


Quello che emerso, purtroppo, non e’ assolutamente lusinghiero anzi proprio dalla portavoce dei famigliari mi sono state fatte presenti gravissime lacune, strutturali ma soprattutto una forte denuncia sul servizio mensa. Certamente l’aver affrontato il problema della casa di riposo con forte ritardo (la soluzione non credo sia vicina!) ha costretto a soluzioni tampone ma sicuramente vanno salvaguardati i diritti di questa fascia sociale debolissima che non deve pagare gli errori di una classe politica incapace.

Inoltre mi e’ stato fatto presente delle grandi difficolta’ nello spostare un paziente per l’impossibilita’ di adoperare barelle o lettini. Quando si rende necessario il trasferimento in ospedale o in qualsiasi altro luogo esterno il paziente non autosufficiente viene spostato con l’ausilio di lenzuola per le strette scale non avendo la possibilita’ di usufruire dell’ascensore per le ridotte dimensioni.

Lo scarso approvvigionamento dei pannoloni (la regione ne fornisce 2 al giorno) costringe diversi pazienti a provvedere direttamente a proprie spese e qui credo che un bel gesto possa essere quello di devolvere i gettoni di presenza di tutti i consiglieri per contribuire ad una fornitura extra, pochi soldi ma certamente per alcuni con poche disponibilita’ economiche potrebbe essere un grande aiuto.

Come detto in occasione dell’ultimo consiglio comunale, non sono accettabili speculazioni politiche su fasce deboli ma non denunciare gravi carenze credo sia anche peggio.

Al fine di fare chiarezza su tutta la vicenda ho presentato un’interrogazione per chiedere chiarimenti e le azioni intraprese, interrogazione che presumibilmente verra’ discussa al prossimo consiglio comunale. Inoltre ho chiesto un incontro della commissione comunale con i famigliari degli ospiti, aperta a tutti i consiglieri (commissione alla quale purtroppo sono escluso) per consentirci di interloquire direttamente con tutti e affrontare lo spinoso problema.


da Giorgio Sassi
Consigliere Comunale di Monte San Vito
Futuro e Libertà




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2013 alle 16:32 sul giornale del 31 dicembre 2013 - 1070 letture

In questo articolo si parla di attualità, anziani, monte san vito, casa protetta, Giorgio Sassi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/WBm





logoEV
logoEV