Stop agli ambulanti itineranti 'pericolosi': ecco la nuova ordinanza comunale

1' di lettura 14/01/2014 - Basta con il commercio ambulante itinerante che mette a rischio gli automobilisti e occupa suolo pubblico destinato ai parcheggi. Il comune, con una nuova ordinanza, ridefinisce le regole per gli ambulanti itineranti.

D'ora in poi niente più camioncini o furgoni per la vendita di prodotti alimentari e non nel centro storico e nelle aree limitrofe perimetrate dallo stradone Misa, ponte Zavatti, via Giordano Bruno (fino alla rotatoria del casello autostradale), via D'Aquino, viale Anita Garibaldi, via Amendola, vi Trieste, via Buozzi, piazza Diaz, via Podesti, via Poerio, via Sanzio, via Annibal Caro, largo Boito, via Montegrappa, via Piave, via Monteverdi, via Cellini, via Po, via Camposanto Vecchio, parcheggio dell'Ospedale, via Cupetta, lungo la statale Adriatica, dal fiume Cesano al confine con Montemarciano, il lungomare di Ponente e di Levante, dalla linea ferroviaria al muretto parasabbia, nel tratto compreso tra via Zanella e via Grosseto.

Fermo restando che l'attività di vendita deve essere svolta nel rispetto delle normative vigenti, la sosta dei mezzi degli ambulanti è sempre vietata in prossimità degli incroci e deve svolgersi esclusivamente in aree esterne alla carreggiata stradale. Secondo la nuova ordinanza dovrebbero dunque sparire camioncini divenuti ormai presenze “fisse” in via Rossini, al parcheggio dell'Ospedale e anche al parcheggio antistante lo stadio.






Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2014 alle 23:45 sul giornale del 15 gennaio 2014 - 4708 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, ambulanti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/W6q