Castelbellino: Torre Civica chiede la convocazione del consiglio comunale per parlare di fusione

Luca Cappanera 2' di lettura 20/01/2014 - Mercoledì 22 gennaio alle ore 21.15 si riunirà il consiglio comunale di Castelbellino per discutere un ordine del giorno per avviare un percorso di verifica e disponibilità, con altri comuni della Media Vallesina, su una eventuale prospettiva di fusione.

La proposta è stata avanzata dal Gruppo consiliare della “Torre Civica” e fa seguito ad analoghe iniziative intraprese da altri enti. A cominciare dall’Unione dei comuni della Media Vallesina che quasi un anno fa votò l’avvio di questo percorso di sensibilizzazione delle varie amministrazioni comunali, fino ad arrivare al Consiglio comunale di Maiolati Spontini che lo scorso novembre votò all’unanimità lo stesso ordine del giorno che Castelbellino sarà chiamato a discutere per avviare questo procedimento.

Chiaramente occorrerà unità di intenti tra gli amministratori dei vari Comuni, di qualsiasi colore politico essi siano, per raggiungere l’obiettivo finale nell’interesse dei cittadini che, a loro volta, andranno sensibilizzati in merito. Proprio come avvenuto in altre realtà come Ripe, Castelcolonna e Monterado che dal 1 gennaio 2014 hanno dato vita ad un nuovo comune denominato: “Trecastelli”.

Per Luca Cappanera della “Torre Civica” è "un’occasione storica per dare una svolta alla vita politica locale in un momento di crisi, nel rispetto comunque delle varie identità territoriali; un’occasione da prendere al volo per essere parte attiva del cambiamento in corso, senza piuttosto subirlo passivamente”.

La legge infatti prevede, per i Comuni con meno di 5000 abitanti, l’obbligo di esercitare, entro il 2014, tutte le funzioni fondamentali in forma associata, quindi conferendole all’Unione dei comuni della Media Vallesina. Ma questo sarebbe semplicemente il rispetto di un obbligo di legge, mentre avviare un processo di fusione tra Comuni è sicuramente tutt’altra cosa e getterebbe le basi di un futuro amministrativo tutto nuovo per i nostri territori.

La fusione dei Comuni porterà indubbi benefici economici che si protrarranno per molti anni, oltre a garantire priorità nei programmi regionali e al sicuro miglioramento dei servizi offerti ai cittadini. E’ quindi una scelta lungimirante.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-01-2014 alle 15:58 sul giornale del 21 gennaio 2014 - 1196 letture

In questo articolo si parla di attualità, Vallesina, Luca Cappanera, torre civica, gruppo consiliare Torre Civica, fusione tra comuni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XjI





logoEV