Trecastelli: moglie aggredisce l'ex marito insieme alla figlia, denunciate

carabinieri senigallia 1' di lettura 29/01/2014 - Fanno irruzione nella casa dove fino a qualche tempo prima vivevano anche loro con l'ex marito e padre per aggredire e minacciare l'uomo. E' successo nei giorni scorsi ad epilogo di una agitata separazione familiare.

A Trecastelli, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, madre e figlia per i reati di danneggiamento, ingiurie, minacce ed esercizio arbitrario delle proprie ragioni nei confronti del marito e padre della ragazza.

Le due non erano più conviventi con l'uomo proprio per dissidi familiari. Il 4 gennaio scorso le due si erano recate nella casa dove abitavano con il proprio congiunto per recuperare alcuni beni di loro proprietà. In quella circostanza le due avrebbero danneggiato il portone di ingresso, minacciato e inveito contro l'uomo ricorrendo anche, via sms, a frasi ingiuriose e minatorie.

Inoltre, la moglie, il 9 gennaio, ha fatto indebitamente staccare l’erogazione del gas-metano nella casa dove vive il suo ex marito con il loro figlio minorenne.






Questo è un articolo pubblicato il 29-01-2014 alle 21:00 sul giornale del 30 gennaio 2014 - 1788 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, carabinieri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XJ5


Per la Redazione: sono convinto che pubblicare il nome di un nuovo Comune attiri l'attenzione però, per cortesia, indicate anche la frazione in cui avvengono i fatti.
Tra l'altro il nuovo Comune non ha una località ma è un territorio composto da frazioni ed ex Comuni diventate municipalità pertanto è un pò dispersivo.
Dato che sono sempre stato un forte sostenitore di questo progetto, rischiamo in questa maniera di alimentare chi era contro (pochi per fortuna).
Se avvenisse un fatto a S.Angelo di Senigallia mica indicate Senigallia, indicate S. Angelo e semmai "di Senigallia".
Scusate ma mi sembrava doveroso precisarlo.

paolofiore

Paolo hai perfettamente ragione...il punto è' che in questo caso le forze dell'ordine hanno preferito non scendere nel dettaglio...anche noi avremmo preferito pubblicare la frazione...come sempre pubblichiamo il massimo dei dettagli di cui siamo a conoscenza.
Saluti
Giulia Mancinelli
Direttore Editoriale

Grazie per la precisazione Giulia.

paolofiore