Ecco dove finiranno i soldi dei trasgressori del codice della strada

multe 1' di lettura 31/01/2014 - La Giunta comunale ha approvato, nella sua ultima seduta, la ripartizione dei proventi che deriveranno dalle violazioni al Codice della Strada nel 2014.

Si tratta di una delibera propedeutica al bilancio di previsione, attraverso la quale - dopo la stima della Polizia Municipale sull'entità delle violazioni che si ritiene possano essere accertate nel corso dell'anno - si suddividono i proventi in base alle normative.

Nel 2014 tale stima resta più o meno sugli stessi livelli degli anni precedenti, pari a 750 mila euro, di cui la metà - così come previsto dalla legge - destinata alle entrate correnti e l'altra metà vincolata ad interventi specifici.

Tra questi, la ripartizione approvata dalla Giunta prevede 153.500 euro destinati alla manutenzione stradale, 93.750 al rifacimento della segnaletica, 39.100 euro all'acquisto di attrezzature per l'attività di controllo e di accertamento delle violazioni in materia di circolazione stradale (apparecchiature che diano la possibilità di svolgere il lavoro con maggiore efficienza) e 54.650 per completare l'informatizzazione dei servizi di Polizia Municipale, così da rendere più efficace e più veloce l'attività di accertamento e di verbalizzazione.

Altri 19 mila euro verranno utilizzati per finanziare il controllo degli attraversamenti pedonali in prossimità delle scuole della città.

Infine i residuali 15 mila euro, così come previsto dalle norme, saranno destinati al Fondo di assistenza della Polizia Municipale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2014 alle 11:41 sul giornale del 01 febbraio 2014 - 1643 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia municipale, jesi, Comune di Jesi, multe, codice della strada, trasgressori, destinazione dei proventi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XNY





logoEV