Maiolati: biblioteca La Fornace, la sesta edizione di 'Scrittori leggono scrittori' dedicata ai poeti

4' di lettura 31/01/2014 - Torna la rassegna “Scrittori leggono scrittori”, organizzata dall’assessorato alla Cultura del comune di Maiolati Spontini, di cui è titolare Sandro Grizi, e curata dagli intellettuali marchigiani Massimo Raffaeli e Francesco Scarabicchi, con letture di Giorgio Sebastianelli.

La sesta edizione prenderà il via giovedì 6 febbraio, alla biblioteca La Fornace di Moie, con importanti novità, che renderanno ancora più accattivanti e stimolanti gli incontri con gli autori: formula vincente di una rassegna apprezzata per la qualità e l’originalità della proposta, e capace negli anni di attirare un pubblico sempre più numeroso.

La rassegna 2014 sarà interamente dedicata alla poesia e ai poeti “per una sorta di necessaria attenzione - spiegano i curatori Massimo Raffaeli e Francesco Scarabicchi - all’arte verticale per eccellenza, al suo scandaglio, secondo il Melville di Moby Dick, al suo tentare, col minimo dei mezzi, il massimo della domanda sul senso e sul destino degli uomini nel mondo”.

La rassegna è stata presentata questa mattina (venerdì 31 gennaio) in biblioteca dall’assessore alla Cultura Sandro Grizi, dai curatori Raffaeli e Scarabicchi e dall’artista Giannetto Magrini, che presenterà una mostra, dal titolo “Astrazioni naturalistiche 1976-1979”, in concomitanza con la rassegna letteraria.

Da Shakespeare a Emily Dickinson, da Vittorio Sereni e René Char a Sandro Penna e al greco di Alessandria d’Egitto Costantinos Kavafis. Sono i nomi dei poeti che saranno presentati attraverso la ‘lettura’ – hanno spiegato i curatori – nei consueti modi della conversazione, di altrettanti autori e studiosi contemporanei, cioè Franco Buffoni, Silvia Bre, Elisa Donzelli, Elio Pecora e Paola Maria Minucci, si comporrà il disegno in versi di un’ulteriore esperienza che ha visto, fino ad oggi, un pubblico attento e fedele accompagnare l’ascolto degli ospiti e di Giorgio Sebastianelli cui sono affidati i brani prescelti che, questa volta, si rivolgono agli epistolari e alle prose di poetica o di narrazione, eccezion fatta per Shakespeare per il quale si attingerà dal suo teatro”.

Il ruolo dei curatori sarà lo stesso di sempre. A Massimo Raffaeli spetta il compito di introdurre criticamente l’ospite e l’autore, a Francesco Scarabicchi di aprire delle “finestre” liriche appositamente preparate per gli stessi.

“Siamo felici di poter proporre ogni anno una rassegna – sottolinea l’assessore alla Cultura Sandro Grizi – capace di sorprendere ogni volta con novità e proposte all’insegna della qualità e dell’originalità, attraverso lo sguardo di due curatori d’eccezione. Un’iniziativa, fra l’altro, fra le più apprezzate e seguite dal pubblico della biblioteca, sempre numeroso ad ogni appuntamento. Una rassegna che avrà quest’anno come cornice anche la mostra inedita e molto interessante di Magrini, allestita nel tunnel della Fornace”.

Il primo appuntamento della nuova edizione della fortunata rassegna sarà giovedì 6 febbraio alle ore 18. Al centro dell’incontro il grande poeta e drammaturgo inglese William Shakespeare, che sarà presentato dal poeta Franco Buffoni. Sarà invece Emily Dickinson l’autrice al centro del secondo incontro, in programma giovedì 13 febbraio, e sarà presentata da un’altra poetessa, Silvia Bre, “considerata fra i maggiori poeti italiani”, come ha spiegato Raffaeli. Il 20 febbraio sarà la volta di un’altra ospite, Elisa Donzelli, “straordinaria studiosa della poesia italiana”, che parlerà dei poeti Vittorio Sereni e René Char. Il 27 febbraio il poeta Elio Pecora, biografo e segretario di Penna, leggerà, “da testimone di uno dei più grandi poeti del Novecento”, Sandro Penna, infine, giovedì 6 marzo Paola Maria Minucci presenterà il poeta di origini greche Costantinos Kavafis “colui che Pasolini considerava un suo maestro”.

“L’edizione di quest’anno, per la prima volta dedicata ai poeti – ha osservato Scarabicchi – ci darà la possibilità di capire come vivere in sintonia interiore, mentale e stilistica con entità fortissime della storia letteraria mondiale”.

La formula proposta prevede, anche quest’anno, l’introduzione dei curatori, una prima lettura, l’intervento del relatore che presenterà il personaggio letterario, una seconda lettura e le conclusioni dei curatori. Lo stile non sarà di una lezione accademica ma quello della conversazione.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2014 alle 17:08 sul giornale del 01 febbraio 2014 - 2161 letture

In questo articolo si parla di cultura, moie, comune di maiolati spontini, Maiolati Spontini, biblioteca la fornace, scrittori leggono scrittori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XPH





logoEV