Scoperto magazzino del fumo a Minonna, giovane nigeriano arrestato

1' di lettura 02/02/2014 - Gli agenti del Commissariato, coordinati da Massara, in collaborazione con la squadra mobile di Ancona guidata da Di Munno, hanno compiuto un blitz in una abitazione sita a Borgo Minonna venerdì.

Dopo due mesi di indagini, innescate dalla segnalazione di una madre che aveva scoperto le bugie del figlio, le forze dell'ordine sono arrivate a scoprire il luogo dove parecchi giovani jesini andavano a rifornirsi di fumo, per consumarlo anche sul posto. La madre di uno dei giovani, di 20 anni, aveva capito che il figlio al posto di andare a giocare a calcio e poi in pizzeria con gli amici, in realtà si recava altrove per consumare spinelli.

E' stato arrestato, durante il sopralluogo delle forze dell'ordine, un nigeriano di 26 anni, Osarenomase Ewansiha, operaio. Una volta di fronte al Giudice ha patteggiato 18 mesi ed è stato rimesso in libertà.
Durante il sopralluogo sono stati rinvenuti 42 grammi di marijuana, ben nascosti in alcuni vasi, altri in auto; in più, oltre 1000 euro in contanti sotto il letto.


di Cristina Carnevali
redazione@viverejesi.it





Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2014 alle 16:04 sul giornale del 03 febbraio 2014 - 1746 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, jesi, giovani, arresto, marijuana, patteggiamento, cristina carnevali, ragazzo nigeriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XTI





logoEV