<| /yobee 2>

Castelbellino: Cappanera (Torre Civica), 'L'amministrazione bccia la proposta di fusione'

Luca Cappanera 2' di lettura 03/02/2014 - Il consiglio comunale di Castelbellino ha bocciato la proposta presentata dalla minoranza, il Gruppo consiliare “Torre Civica”, per l’avvio di un percorso che conduca alla fusione di alcuni Comuni della Media Vallesina.

L’ordine del giorno proposto era lo stesso approvato dal Consiglio comunale di Maiolati Spontini che lo scorso novembre lo aveva votato all’unanimità e che invitava anche gli altri Municipi limitrofi a fare altrettanto, al fine di aprire un tavolo di confronto che avrebbe condotto entro il 2019 all’indizione di un referendum popolare e alla fusione.

L’amministrazione comunale ha, quindi, scelto di rinunciare ad oggi all’opportunità di offrire ai cittadini i benefici derivanti dalla fusione con il conseguente miglioramento dei servizi dovuto ad una riorganizzazione degli stessi e ad una maggiore disponibilità di risorse, grazie all’accesso agli incentivi statali e regionali previsti.

La maggioranza ha approvato, invece, un proprio documento presentato ad hoc, come dichiarato dallo stesso Sindaco, per “bilanciare” la proposta avanzata dalla minoranza. La maggioranza si è limitata ad auto-votare la propria mozione che impegna l’Amministrazione a conferire in forma associata le funzioni fondamentali del Comune. Un atto che, in realtà, è una “non-decisione”, perché si tratta semplicemente di una disposizione di legge obbligatoria per i Comuni con meno di 5000 abitanti e a cui questi devono adempiere entro il 30 giugno prossimo.

“Castelbellino ha perso un’occasione storica – ha commentato il consigliere Luca Cappanera relatore della proposta avanzata dalla “Torre Civica” – e non ha saputo cogliere l’occasione di anticipare i tempi in un momento in cui la crisi impone di tagliare le spese, rendere più efficienti i servizi offerti ai cittadini, essere più competitivi per ottenere i finanziamenti pubblici. L’ennesima dimostrazione di indecisione ed incapacità di fare scelte coraggiose e lungimiranti, proprio come avviene a livello Nazionale: tante chiacchiere e pochi fatti concreti”.

Il neo Comune di “Trecastelli” nato dalla Fusione tra Monterado, Ripe e Castelcolonna è stato più volte portato da esempio calzante, anche perché concretizzato tra amministrazioni di diverso colore politico. Le perplessità espresse da Cappanera riguardano in primo luogo il comportamento schizofrenico del Partito Democratico, evidentemente ostaggio dell’individualismo di alcuni suoi esponenti che a livello locale fanno il bello e cattivo tempo a loro piacimento. “Perché – si chiede Cappanera – a Maiolati il Pd è favorevole ad avviare un processo di fusione tra Comuni, mentre a Castelbellino è contrario? Perché il Consigliere Settimio Coacci di Monte Roberto è stato espulso dallo stesso Pd per aver proposto di sua iniziativa la fusione tra Monte Roberto e Castelbellino?”


da Luca Cappanera
Consigliere Comunale Torre Civica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2014 alle 16:47 sul giornale del 04 febbraio 2014 - 2618 letture

In questo articolo si parla di attualità, consiglio comunale, castelbellino, Luca Cappanera, torre civica, Consigliere Comunale, fusione comuni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XWt





logoEV