M5S: recupero giardini pubblici, 'Parliamone'. I consiglieri comunali chiedono incontro agli assessori

I giardini pubblici di viale Cavallotti 2' di lettura 03/02/2014 - I consiglieri comunali del M5S di Jesi hanno richiesto un incontro agli assessori Bucci e Garofoli per sottoporre loro una serie di iniziative al fine di rendere partecipato e condiviso il progetto preliminare relativo agli interventi di recupero dei giardini pubblici di viale Cavallotti, approvato nel novembre scorso.

I consiglieri sostengono che trattandosi di una spesa consistente per il Comune, che interessa quello che viene sentito e vissuto come un elemento di identità collettiva di tutti gli jesini, il vero e proprio “Parco Pubblico” della città, l’Amministrazione comunale debba far conoscere in maniera diffusa gli intendimenti enunciati nel preliminare e raccogliere, eventualmente recepire, osservazioni e contributi propositivi dei cittadini prima di giungere alla definizione compiuta del progetto.

Al fine di ottenere tale obbiettivo i consiglieri hanno proposto alcune iniziative:
- inserimento on line nel sito web del Comune della documentazione progettuale (corredata da una sintesi della relazione tecnica che consenta di renderla “leggibile” anche ai non tecnici) e previsione di uno spazio apposito nella stessa pagina web per consentire al cittadino di scrivere le proprie osservazioni rendendole leggibili a tutti gli altri utenti

- visita guidata nel parco durante la quale i progettisti potranno illustrare agli interessati le previsioni progettuali;

- previsione di una assemblea finale aperta alla cittadinanza nella quale illustrare gli esiti delle iniziative, le osservazioni, le risposte date dall’Amministrazione e gli intendimenti finali.

La verifica del consenso della gente e il recepimento delle proposte ragionevoli e migliorative eviterebbero le polemiche che nascono a cose fatte (come è successo nel ridicolo quanto inaccettabile caso dei “panettoni” di corso Matteotti) e contribuirebbero a finalizzare al meglio le risorse disponibili. Con l’occasione Gianangeli e Mancia hanno richiesto la verifica della previsione di finanziamenti adeguati all’interno del quadro economico del progetto per le spese di monitoraggio sulla salute e stabilità delle alberature esistente nelle aree di progetto, nonché per i lavori di diradamento e riqualificazione dell’impianto arboreo.

Secondo i consiglieri il recente evento del cipresso schiantatosi, fortunatamente “solo” sulla fontana proprio dei giardini di viale Cavallotti richiama l’ente pubblico al dovere di assicurare il prerequisito di un’area pubblica fruita, che è quello dell’incolumità e della sicurezza per i fruitori.

A conclusione della nota si legge l’invito dei consiglieri M5S ad agire per la messa in sicurezza anche di tutte le alberature di Jesi, all’interno di una ottica di gestione programmata, perché ad essere pericolose e compromesse sono molte, soprattutto a causa di potature dissennate, operate nei decenni passati.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2014 alle 15:41 sul giornale del 04 febbraio 2014 - 1040 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, incontro, Massimo Gianangeli, giardini pubblici, viale cavallotti, Movimento 5 Stelle, Maria Teresa Mancia, progetto di recupero

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XV3





logoEV