<| /yobee 2>

Coen: il futuro turistico di Senigallia ha bisogno di tante Raffaella Fico?

raffaella fico senigallia 2' di lettura 25/02/2014 - Alcuni giorni fa davo comunicazione su Vivere Senigallia della prossima presenza a Senigallia della show-girl Raffaella Fico, quale testimonial del brand di un negozio sito in Corso 2 Giugno.

Le letture dell’articolo riguardante l’evento sono state imprevedibilmente oltre 3.000 ed ancora più numerose sono state quelle relative al resoconto sulla sua presenza, tanto che in entrambi i casi sono stati gli articoli più letti della giornata (quasi 10 volte quello riguardante il primariato di cardiologia al nostro nosocomio).

Durante la permanenza della Fico nel negozio, il corso è stato letteralmente invaso da una folla di fans fino all’ora di chiusura dell’esercizio commerciale, tanto che in alcuni momenti era quasi impossibile il transito lungo il corso stesso.

Ora io mi sto domandando come mai questa attenzione nei confronti di un personaggio si pubblico, ma non certo di spessore o con qualità intrinseche come potrebbe essere una scrittrice di fama, una cantante dalla voce unica, una sportiva plurimedagliata e via dicendo.

Fenomeno di costume, curiosità morbosa, unico evento in una città “spenta” o che altro?

Mi sto anche chiedendo se in realtà noi persone più mature sappiamo fino in fondo cosa vogliono i giovani e di riflesso cosa vorrebbero che una città a vocazione turistica come Senigallia offrisse.

Questa riflessione, che non vuole essere assolutamente una critica, ci ha fornito uno spunto; Senigallia, vive prevalentemente di turismo e commercio (le due cose sono ovviamente interdipendenti) e il realizzarsi di eventi che attirano persone anche dall’entroterra hanno sicuramente una ricaduta positiva in termini economici ed occupazionali.

Da qui l’idea: cosa pensano i lettori di Vivere Senigallia dovrebbe essere fatto affinché la nostra città non perda competitività ed anzi acquisti nuove fette di mercato?

Vanno bene anche iniziative come quella citata purché non sporadiche o bisognerebbe puntare su qualcosa di maggior spessore?

Oppure va bene tutto purché si faccia qualcosa? E il ruolo dell’Amministrazione Comunale quale dovrebbe essere?

Le risposte nei vostri commenti.


da Ettore Coen
laltrasenigallia@viveresenigallia.it





Questo è un editoriale pubblicato il 25-02-2014 alle 18:32 sul giornale del 26 febbraio 2014 - 5470 letture

In questo articolo si parla di attualità, turismo, ettore coen, editoriale, raffaella fico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Y5g





logoEV