Il ministero dei trasporti contro i falsi autovelox: 'Possono essere pericolosi'

finti autovelox 1' di lettura 19/03/2014 - Il ministro dei trasporti Lupi boccia i finti autovelox, le colonnine arancioni che non misurano niente ma servono a dissuadere gli automobilisti a non superare i limiti di velocità, il cui uso si sta diffondendo in molti Comuni d'Italia.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha scritto ai Comuni, nella figura del presidente dell’Anci Piero Fassino, ribadendo il parere negativo sui “dissuasori di velocità”. Alla lettera, firmata dal capo di Gabinetto del ministero, vengono allegati i pareri - nove tra il 2010 e il 2014 - già espressi in passato dagli uffici competenti in materia.

Per il ministero "non sono inquadrabili in alcuna delle categorie di dispositivo o di segnaletica previste dal vigente Codice della Strada" e pertanto "non sono suscettibili né di omologazione né di approvazione o autorizzazione". Inoltre possono essere pericolosi: "la loro eventuale dislocazione a bordo strada dovrebbe considerare la possibilità che tali manufatti possano costituire ostacolo fisso, ancorché posti al di fuori della carreggiata".






Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2014 alle 20:35 sul giornale del 20 marzo 2014 - 3162 letture

In questo articolo si parla di attualità, speed check, marco vitaloni, ministero dei trasporti, finti autovelox

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1bj


Ma il Ministro Lupi non si chiede del perchè i Comuni sono dovuti ricorrere a questi "spaventapasseri " ? Usare l'autovelox con queste nuove norme è come non usarlo e far perdere tempo alle forze dell'ordine.Sono d'accordo che qualche Comune c'ha preso la mano vedendo il servizio delle Iene disseminandoli anche troppo nel territorio ed in posti assurdi; ma sono d'accordo sempre con lo stesso servizio in cui queste DEVONO anche essere usate periodicamente dalle forze dell'ordine.
Pertanto sono d'accordo ad una regolamentazione dove ogni Comune prima dell'acquisto deve giustificarne la spesa. Inoltre devono esserci dei precisi dati tecnici che le ditte costruttrici devono seguire proprio per evitare che creino problemi in caso di impatto. Ricordiamoci comunque che queste colonnine vengono installate prevalentemente nei limiti dei 50 Km/h ed in quelle aree ci possono essere anche cassonetti stradali dell'immondizia....sono regolamentati anche loro?
Quindi regolamentiamo ma lasciamoli stare perchè nel mio paese, installati dove effettivamente servono, i cittadini ringraziano l'Amministrazione perchè riescono a vivere in certe strade.

paolofiore

Le Jene ha spiegato bene perché alcuni comuni hanno comprato questi inutili contenitori pagandoli a peso d'oro.
Solita storia italiana fatta di parenti, interessi, regalie, .... per non avere niente.

Quello che tu sollevi e di cui è una parte delle critiche delle jene è cosa di tutti i giorni e in tutte le situazioni compresa questa. Quello che invece non va assolutamente fatto è di fare un'erba un fascio. Ci sono Comuni che li hanno acquistati focalizzando le zone a rischio ed installandoli in perfetta sicurezza oltre al fatto che sono FRANGIBILI.
Il fatto che poi si potevano acquistare a meno anche quì lascia il tempo che trova perchè, quando ho fatto la proposta di acquisto, ho chiesto che vengano acquistati da ditte specializzate e che producano il prodotto con determinate specifiche. Sono visibili anche di notte con una illuminazione a led lampeggiante con tanto di pannellino solare. Che poi ci sia un mercato dietro ci stà proprio perchè li producono con certe specifiche. Infatti quello che chiedo, ma lo davo per scontato, che deve esserci una regolamentazione che va dalla produzione alla installazione.

Per quel che mi riguarda, fossi il Ministro Lupi, ristabilirei l'autovelox NASCOSTO evitando questo dispendio di denaro pubblico (di tutti anche di quelli che rispettano il CdS) causato proprio dalle nuove norme RIDICOLE sull'autovelox.
Esistono i limiti di velocità ? Rispettiamoli. Perchè oltre a quelli devono mettere anche altri cartelli come "strada con controllo elettronico della velocità" ecc ecc.?
Se non ci semplifichiamo la vita andremo sempre a buttare soldi come sta accadendo. Ti pare che sono anche io felice di spendere in questi bussolotti ? Ma si deve fare per "aggirare" la nuova norma sugli autovelox; cambiate la norma e tutti i Comuni spenderanno meno. L'automobilista quando non sa se ci sarà l'autovelox o meno vedrai che starà più attento ai "semplici" cartelli dei limiti di velocità. SEMPLICE !
paolofiore




logoEV