Il ministero dei trasporti contro i falsi autovelox: 'Possono essere pericolosi'

finti autovelox 1' di lettura 19/03/2014 - Il ministro dei trasporti Lupi boccia i finti autovelox, le colonnine arancioni che non misurano niente ma servono a dissuadere gli automobilisti a non superare i limiti di velocità, il cui uso si sta diffondendo in molti Comuni d'Italia.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha scritto ai Comuni, nella figura del presidente dell’Anci Piero Fassino, ribadendo il parere negativo sui “dissuasori di velocità”. Alla lettera, firmata dal capo di Gabinetto del ministero, vengono allegati i pareri - nove tra il 2010 e il 2014 - già espressi in passato dagli uffici competenti in materia.

Per il ministero "non sono inquadrabili in alcuna delle categorie di dispositivo o di segnaletica previste dal vigente Codice della Strada" e pertanto "non sono suscettibili né di omologazione né di approvazione o autorizzazione". Inoltre possono essere pericolosi: "la loro eventuale dislocazione a bordo strada dovrebbe considerare la possibilità che tali manufatti possano costituire ostacolo fisso, ancorché posti al di fuori della carreggiata".






Questo è un articolo pubblicato il 19-03-2014 alle 20:35 sul giornale del 20 marzo 2014 - 3162 letture

In questo articolo si parla di attualità, speed check, marco vitaloni, ministero dei trasporti, finti autovelox

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1bj





logoEV