Abbruciamento di sterpaglie, Rimini: 'Il Comune si adegui alla nuova legge regionale'

enrico rimini 1' di lettura 25/03/2014 - Lo scorso Consiglio Comunale ho esposto un'interrogazione sull'impossibilità dell'abbruciamento di sterpaglie da parte degli agricoltori e dei privati, sopratutto in merito all'eliminazione delle potature degli Ulivi, creando un forte disagio, oltre ad una spesa fuori luogo per l’eliminazione delle stesse.

Ho chiesto all’amministrazione di sollecitare chi di competenza, per ridare la possibilità di adoperare questa pratica, con la “diligenza del buon padre di famiglia” osservando degli orari specifici ed escludendo i mesi di maggio, giugno, luglio agosto e settembre.

Con grande soddisfazione apprendo che nella seduta dell’11 marzo scorso, la Regione Marche ha provveduto ad apportare una modifica decisiva alla legge regionale Forestale. La quale, oltre ai vari aspetti inscritti nell’ambito tutela del paesaggio e del dissesto idro–geologico, ha reintrodotto l’attività di abbruciamento di sterpaglie vegetali intesa come attività agricola alternativa.

Solleciterò il Comune all'adeguamento immediato alla nuova legge regionale!


da Enrico Rimini
Consigliere Comunale NCD





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-03-2014 alle 17:25 sul giornale del 26 marzo 2014 - 1717 letture

In questo articolo si parla di comune di senigallia, enrico rimini, politica, senigallia, Consigliere Comunale, Nuovo Centro Destra, abbrucciatura delle sterpaglie

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/1sJ





logoEV