Quantcast

Legambiente Circolo Azzaruolo, percorsi culturali dentro le mura

3' di lettura 05/04/2014 - È l’Italia che fa ben sperare, è quella che si sforza di non perdere il senso di appartenenza e che ama difendere, creare e valorizzare la sua grande bellezza, orgoglio e simbolo di un Paese tra più amati e visitati al mondo.

Ed è questa l’Italia che Legambiente è pronta a far riscoprire e valorizzare con la “Settimana della Bellezza”, in programma dal 5 al 13 aprile in tutta la Penisola. Giunta alla seconda edizione, l’iniziativa, ideata e organizzata dall’associazione ambientalista, prevede tanti eventi culturali che uniranno il Nord e Sud del Paese per raccontare le qualità ambientali, culturali e sociali del nostro Paese e far conoscere la bellezza dei luoghi, dell’arte e dei gesti.

Roma, l’Aquila, Cuneo, Napoli, Jesi, Ostuni (BR) e San Luca (RC) saranno le città simbolo di questa edizione 2014: dalla biciclettata romana che partirà dal parco dell’Appia Antica per arrivare al Colosseo alla visita gratuita alle “stazioni dell’arte” della metropolitana di Napoli, dove i luoghi della mobilità sono stati resi più accoglienti e attraenti offrendo a cittadini e turisti un incontro insolito con l’arte contemporanea, a Jesi dove il 6 aprile, i soci del Circolo Azzaruolo propongono: Percorsi culturali dentro le Mura di Jesi, per osservare i particolari reperti di epoca romana e il 25 aprile per osservare quelli mediovali.

Dall’abbattimento dello scheletro a tre piani in località Villanova, frazione di Ostuni (BR), agli studenti calabresi del comune di San Luca (RC) che saranno coinvolti nel progetto “Cantieri di Bellezza” per arrivare a Cuneo dove si parlerà di tutela del territorio. Invece all’Aquila, che si appresta a ricordare l’anniversario del terremoto del 2009, la Settimana della Bellezza sarà un’occasione per vedere in anteprima il video su alcuni antichi reperti archeologici scoperti durante i lavori di costruzione post sisma. Ad unire queste città e tutte quelle che parteciperanno alla Settimana della Bellezza, sarà la voglia di fare azioni concrete per vedere il nostro Paese cambiare in meglio come racconta il video “Creare Bellezza” di Legambiente realizzato dal gruppo di giornalisti indipendenti di Next New Media visibile su http://youtu.be/3L7DPmT-9vg. Il video raccoglie storie di bellezza, di legalità e tutela del territorio come l’abbattimento dell’ecomostro sulla spiaggia di Scala dei Turchi (AG), in Sicilia; il lavoro di una cooperativa sociale che aiuta i ragazzi disabili con progetti di inclusione sociale a villa “La gloriette”, bene confiscato alla camorra e che si affaccia sul meraviglioso Golfo di Napoli.

Ed ancora la storia della riapertura della chiesa di Sant’Aniello Caponapoli, restituita alla città dopo un restauro di 15 anni grazie anche all’aiuto della curia e di Legambiente ed il progetto di recupero del Cinema Airone a Roma. Ma la bellezza non va solo salvaguardata. Per questo Legambiente lancia il “Premio Sterminata Bellezza”, con l’obiettivo di far emergere e valorizzare esperienze e persone che hanno dato vita a nuova bellezza guardando al futuro del nostro Paese.

Per maggiori info sulla settimana della bellezza: http://www.legambiente.it/bellezza Per vedere il video “Creare Bellezza” di Legambiente realizzato dal gruppo di giornalisti indipendenti di Next New Media: http://youtu.be/3L7DPmT-9vg






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2014 alle 22:17 sul giornale del 06 aprile 2014 - 1870 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, legambiente, percorsi culturali

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/16V





logoEV
logoEV