contatori statistiche

Al teatro Pergolesi 'Shakespeare in a box': premiati i più votati di fronte a 600 spettatori

I vincitori di Shakespeare in a box 3' di lettura 12/04/2014 - È stato un grande spettacolo e una festa per attori e spettatori, circa 600 i presenti in sala, che venerdì 11 aprile hanno animato e dato sostanza al progetto Shakespeare in e box.

L’iniziativa, organizzata da The Victoria Company e giunta alla sua seconda edizione, ha proposto l’opera originale “Re Canə T3”, regia di Fiorenza Montanari, versione ampiamente rivisitata del “Riccardo III” con fondamentali contaminazioni dallo Zibaldone di Leopardi e musiche di David Bowie.

Ma la serata di Jesi, che ha strappato applausi a scena aperta per l’estrema qualità dello spettacolo, preparato in sei mesi dalle classi delle scuole superiori di Jesi e Recanati e recitato per ampie parti in inglese, è stato anche il momento per premiare il lavoro di tutti i partecipanti e condividere, nello spirito dell’iniziativa, il valore del progetto.

Nel foyer del “Pergolesi”, infatti, si è allestita una mostra con l’esposizione di elaborati dedicati a Shakespeare e alla sua opera dai 650 studenti partecipanti al concorso divisi per classi, 26, tante quanti i simbolici box votati dagli spettatori prima dello spettacolo e durante l’intervallo. Il voto della giuria popolare ha determinato i premi per le classi poi comunicati al termine della rappresentazione.

Il primo premio assoluto è andato alla classe 4A del Liceo Scientifico “L. da Vinci” di Jesi, mentre il primo premio per istituto è andato rispettivamente alla 4P del Liceo Classico “Leopardi” di Recanati, alla 4E del Liceo Classico “V. Emanuele II” di Jesi, alla 3A del Liceo Artistico “Mannucci” di Jesi e alla 4BL del Liceo Scientifico “da Vinci” di Jesi.

I premi per gli studenti che si sono maggiormente distinti durante tutto il progetto sono stati assegnati dallo staff della The Victoria Company e sono andati a Ruggero Antonini e Rebecca Angelelli dello Scientifico di Jesi, vincitori rispettivamente di un soggiorno studio di due settimane a Cambridge e a Cheltenham, a Priscilla Lucchesi del Classico di Jesi, due settimane a Malta, Eleonora Stacchiotti del Classico di Recanati, due settimane a Dublino e Giada dalla Fiora dell’Artistico di Jesi che si è aggiudicata, invece, due settimane a Newcastle.

A festeggiare insieme sul palco, oltre agli studenti-attori e alla regista, tutti coloro che hanno lavorato e creduto nella filosofia Shakespeare in a box. Il direttore e la coordinatrice del progetto Giuseppe e Veronica Romagnoli, l’assessore alla Cultura del Comune di Jesi Luca Butini, i dirigenti degli istituti scolastici partecipanti alla seconda edizione; Costantina Marchegiani del Liceo Classico “V. Emanuele II”, Bruna Aguzzi del Liceo Scientifico “L. da Vinci”, Massimo Ippoliti vicario del Liceo Artistico “Mannucci” e Vittoria Michelini del Liceo Classico “G. Leopardi di Recanati”.

Insieme a loro i molti docenti che hanno seguito con passione gli studenti in questo speciale percorso didattico, formativo e teatrale.
L’iniziativa prosegue, con l’ultima rappresentazione del 2014, domenica 13, alle 18, al Teatro “Mestica” di Apiro.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2014 alle 23:24 sul giornale del 13 aprile 2014 - 2864 letture

In questo articolo si parla di jesi, spettacoli, recanati, studenti, teatro pergolesi, premiazione, shakespeare in a box, liceo scientifico da vinci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/2uZ





logoEV
logoEV